x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Il comune risponde sull'illuminazione di via Mastai.

2' di lettura
1694
EV

Pubblichiamo la risposta del Comune alla lettera di Anna Maria Quaresama apparsa qualche giorno fa su Vivere Senigallia sul tema dell'illuminazione di Via Mastai lanciato da "L'Eco".

In questi giorni è comparsa sul vostro sito una lettera a firma di Anna Maria Quaresima, rappresentante di un esercizio commerciale di Via Mastai, in merito alla mancata illuminazione natalizia della via in questione.
Nel rispetto dell'opinione della signora, la quale ritiene che gli oneri per questa incombenza dovrebbero essere a carico del Comune, si sottolinea semplicemente come la consuetudine largamente diffusa in ogni città d'Italia veda, al contrario, provvedere proprio gli stessi commercianti. Non ci risulta che esistano molte eccezioni in proposito e le ragioni di questo sono ampiamente evidenti per chi voglia articolare una riflessione appena più approfondita. Al di là delle sempre maggiori difficoltà economiche in cui versano gli enti locali, che sono costretti a fare delle scelte e debbono pertanto, almeno a giudizio di questa Amministrazione, privilegiare le esigenze sociali e ancora molte altre necessità prima di quelle puramente formali legate a sfarzi e addobbi, resta un banale quanto irrisolvibile quesito di natura logistica: a quali vie dovrebbe pensare l'Amministrazione? In base a quale privilegio si dovrebbe illuminare una via e non quella adiacente? E perché poi ci si dovrebbe limitare alle vie citta dine e non pensare allora anche a quelle frazionali?
L'argomento proposto, come è evidente, non sta in piedi... Un'ultima precisazione, per nulla irrilevante. La signora Quaresima si lamenta di non avere ricevuto ("naturalmente", ella aggiunge) alcuna risposta dal Sindaco al disappunto espresso in una sua lettera inviata per fax. Contattata telefonicamente da un dipendente comunale, la signora ha fornito il numero telefonico a cui avrebbe inviato il fax: ebbene, tale numero risulta inesistente, almeno stando alle Pagine Bianche on-line, e comunque non corrisponde ad alcuna linea comunale. Per sua tranquillità, possiamo comunque assicurarle che è costante premura del Sindaco e di questa Amministrazione rispondere con la massima trasparenza ad ogni problema sollevato, purché "naturalmente" si faccia la dovuta attenzione non tanto a meditare la questione quanto a proporla effettivamente al giusto destinatario.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 dicembre 2003 - 1694 letture