il resto del carlino: Incendiata l'auto di noto cuoco senigalliese

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 - L'altra notte, a Marotta è stata incendiata l'auto della moglie di un noto cuoco senigalliese. Al momento sconosciuto il movente. Paura tra i vicini di casa.

MAROTTA — Un incendio doloso ha distrutto completamente, nella notte tra lunedì e martedì, una Renault Scenic di proprietà di una impiegata di 40 anni, residente a Marotta. Ancora oscuro il movente, anche se voci insistenti parlano di un dispetto, non si sa bene legato a quale vicenda, fatto nei confronti del marito della donna, cuoco in un ristorante di Senigallia. Il dispetto pare si origini da dissidi collegati al campo lavorativo dell'uomo. L'auto, che si trovava parcheggiata poco distante dall'abitazione della coppia, è stata data alle fiamme quarantacinque minuti dopo la mezzanotte. Ignoti per ora gli autori. Ad accorgersi del fuoco sono stati alcuni vicini che hanno immediatamente allertato i vigili del fuoco di Fano che nel giro di breve tempo sono arrivati sul posto per spegnere le fiamme.
Parecchi dei residenti del palazzo si sono affacciati alla finestra per rendersi conto di quello che succedeva. L'incendio aveva però ormai praticamente distrutto l'auto, non assicurata per questo tipo di atto vandalico, provocando danni stimati intorno ai 10 mila euro. Sull'episodio stanno indagando i carabinieri di Marotta che sembrano avere in mano alcuni elementi per fare luce sulla vicenda.
Sarebbe stato l'uomo, comunque, secondo una prima ricostruzione, e non la moglie, il bersaglio dei malintenzionati.
Quello di Marotta è l'ennesimo incendio doloso ai danni di un'autovettura che si è verificato nel nostro territorio negli ultimi mesi. Sempre a Marotta tempo fa ignoti avevano dato alle fiamme la Mercedes dell'ex calciatore di Fano e Vicenza Andrea Messersì, oggi impegnato nel settore assicurativo. Comunque, una vicenda, quella della scorsa notte, sulla quale si deve fare ancora luce piena.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 dicembre 2003 - 2336 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV