statistiche accessi

il messaggero: Arcevia, l'anno d'oro del turismo

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 - Nonostante Arcevia non abbia ricevuto la Bandiera Arancione è il comune marchigiano con il più alto incremento di turisti della regione.

ARCEVIA - Boom turistico ad Arcevia nei primi otto mesi del 2003: + 23% negli arrivi e + 33% nelle presenze. «Dati straordinari che testimoniano il grande impegno degli operatori turistici del territorio, dagli albergatori, ai gestori di strutture bed and breakfast, country house ed altre strutture ricettive» dice il sindaco Silvio Purgatori. «In confronto i dati dell'intera Provincia e di tutta la regione impallidiscono» ironizza Purgatori. In effetti se si pensa che le presenze nella Provincia sono aumentate del 2,7% e nella Regione dello 0,8%, il dato arceviese (+33,27%) sembra di un altro pianeta. «È la dimostrazione che nel nostro territorio esistono segmenti turistici alternativi a quello balneare e che proprio questi segmenti offrono opportunità di sviluppo importantissimo» commenta Roberto Piccinini, presidente dell'Aptr, mentre l'assessore regionale al Turismo Lidio Rocchi sostiene che «il comparto del turismo dimostra ancora come sia in grado di riequilibrare le difficoltà di altri fattori produttivi locali che fanno sempre più fatica ad esportare». Lo stesso Rocchi annuncia la possibilità per i gestori delle strutture ricettive di accedere a nuovi finanziamenti. «Ci sono 3,7 milioni di euro a disposizione in conto interessi per facilitare l'accesso ai mutui. Su questo aspetto abbiamo preso accordi anche con le banche». Analizzando più nel dettaglio i numeri del boom degli afflussi turistici ad Arcevia nel periodo gennaio-agosto 2003 ci si accorge come gli italiani abbiano preferito gli alberghi mentre gli stranieri si sono rivolti maggiormente ad agriturismi e bed and breackfast.
L'incremento è dovuto maggiormente ai turisti italiani rispetto agli stranieri e la tendenza è quella di un accorciamento del periodo di permanenza negli alberghi e di un aumento nelle altre strutture. Nelle parole del sindaco Purgatori si coglie anche una certa amarezza per il mancato riconoscimento ad Arcevia della tanto sospirata bandiera arancione. «Ci resta però la bandiera del primato turistico nelle cifre e questo dimostra che abbiamo lavorato bene. Ora - conclude il sindaco - vogliamo ospitare un ufficio di accoglienza turistica con compiti sovracomunali per promuovere il territorio di tutto il Sistema turistico locale».
Di M. Ben.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 ottobre 2003 - 1819 letture

In questo articolo si parla di