statistiche accessi

Bello e Magnalbò candidano Malerba per rinnovare il centrodestra

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Nelle Marche spesso la destra si presenta confusa e a volte, come a Senigallia, divisa.
Ma ci sono delle eccezioni. Il senatore Luciano Magnalbò, il sindaco Massimo Bello ed altri esponenti di AN lanciano la candidatura di Nicola Malerba.
Gianfranco Fini e Nicola Malerba



Alla presentazione della candidatura alla carica di Consigliere regionale di Nicola Malerba c'erano tutti i migliori uomini della destra Marchigiana.
Un gruppo di persone che vuole rilanciare il centro destra in regione. Nicola Malerba rappresenta una squadra di persone che vogliono restituire agli elettori di centro destra entusiasmo e Passione.
A Senigallia il centrodestra si presenta diviso, quando era necessaria, dice Malerba, una candidatura forte ed unitaria per ribaltare il governo di centrosinistra.
Ma quando si riescono ad evitare le divisioni dovute a personalismi eccessivi e si candidano gli uomini giusti i risultati per il centrodestra arrivano. E' il caso del Senatore Luciano Magnalbò a Fermo, del sindaco Massimo Bello ad Ostra Vetere, di Marco Gnocchini, consigliere comunale ad Ancona, Cristina Avenali, Consigliere a Castelleone, e tanti sindaci di comuni marchigiani e Renzo Aquili.

Malerba vuole rilanciare il territorio della vallata, con un maggior collegamento con le istituzioni. Se sarà eletto consigliere regionale in tutti i territori (Senigallia, Jesi, Fabriano ed Ancona) ci sarà un referente per rimanere sempre in contatto con il consigliere regionale.
Anche con il governo centrale ci sarà uno stretto legame, un filo, ricorda Massimo Bello, che va dal territorio fino al parlamento ed al governo. A differenza di quanto succede per i deputati del centrosinistra che non si vedono spesso nel territorio.

Le Marche sono una regione poco considerata a livello nazionale, a causa dello scarso numero di abitanti. Ma i marchigiani, ha sottolineato il Senatore Magnalbò, sono gente tosta che ha saputo costruire da sola la propria ricchezza, nonostante le scarse infrastrutture, un sistema bancario che non funziona e tutte le difficoltà. Proprio i marchigiani che lavorano 13 ore al giorno e che non hanno tempo di seguire la politica sono quelli a cui Malerba e la squadra che lo appoggia vogliono dare voce in regione.

Massimo Bello, Nicola Malerba, Luciano Magnalbò Il manifesto elettorale Nicola Malerba
Clicca per ingrandire





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 ottobre 2003 - 9934 letture

In questo articolo si parla di