...

“Siamo stati in silenzio per qualche mese a causa dell’emergenza Covid-19, ma adesso il tempo è scaduto. Abbiamo assistito a modalità e termini approssimativi, con cui questo sindaco e questa giunta di sinistra hanno condotto la situazione legata al lockdown, ma adesso è l’ora di trarre le conclusioni e cominciare ad evidenziare i limiti, che hanno impedito di avere una strategia seria e puntuale. Abbiamo registrato, da una parte, una sorta di chiusura inaccettabile a suggerimenti, obiezioni e critiche, mentre, dall’altra, abbiamo assistito, increduli, ad un approccio disorganizzato, a tratti farsesco, e poco sistemico all'impostazione del periodo emergenziale ad Ostra Vetere, che ha effetti anche in questa seconda fase, soprattutto di natura economica. Per tutti.”


...

“L’emergenza sanitaria non è stata l’unica ragione perché il Consiglio non sia convocato da sei mesi. Eppure la legge, nonostante il Covid-19, ha dato l’opportunità ai Comuni di convocarlo lo stesso, oltre alla Giunta, utilizzando piattaforme on line sin dal 17 marzo, ma il sindaco se ne è ben guardato dal farlo.


...

“Quello della ristorazione è di certo tra i settori più colpiti dalle misure di contenimento dovute all’emergenza del Codiv-19: dall'inizio dell'anno queste imprese hanno già perso 12 miliardi di euro e, a fine anno, la perdita stimata sarà di circa 21 miliardi di euro. Sono a rischio 50.000 imprese tra bar, ristoranti, catering, intrattenimento, stabilimenti balneari, con ricadute preoccupanti per l'occupazione che rischia di perdere 300.000 lavoratori e lavoratrici.