...

E' una Iniziativa singolare quella del presidente della Consulta dello sport Ubaldi il quale ha inteso convocare sorprendentemente una riunione alla presenza del Sig. Fabio Sturani "nella sua veste di delegato allo sport della Regione Marche".


...

Da questa estate non è più attiva la Publimare, il servizio di annunci pubblicitari e di pubblica utilità del Lungomare di Levante. Contro la chiusura e il mancato sostegno a quello che è un "servizio pubblico", si schierano Roberto Paradisi, Luigi Rebecchini e Alan Canestrari di Unione Civica e Forza Italia proponendo un ordine del giorno in consiglio comunale.


...

Incredibile e spericolata la protesta inscenata dai "Girolametti boys", gli estremisti di Arvultura (quelli che occupano ad "equo canone" gli ampi spazi comuinali di via Abbagnano) che si sono riuniti in Piazza Roma per contestare i Servizi Sociali comunali dimenticandosi che l'assessore ai servizi sociali è il loro "patron" e sponsor politico.




...

Ancora una volta lo sport senigalliese naviga a vista e, per questo, ho chiesto che torni a riunirsi la Commissione sport. Ancora una volta infatti l'assenza totale di linee politiche e l'inidoneità dimostrata nello specifico settore (come riconosciuto dallo stesso sindaco in Consiglio Comunale) del dirigente responsabile, impongono un passaggio fondamentale in Commissione sport.


...

Preannunciandolo in Consiglio Comunale, ho presentato domanda di immediati chiarimenti all'Amministrazione comunale in relazione alla protrazione della chiusura ingiustificata e ingiustificabile della piscina comunale "Molinello 2" in particolar modo in riferimento al comportamento ancora una volta omissivo dell'Ufficio Sport che ha causato e sta causando disagi e disservizi enormi alle associazioni sportive interessate e, ovviamente, agli atleti (anche disabili) che sono costretti al prolungamento forzato del lockdown.


...

I consigli comunali delle Marche devono insorgere contro la sanità pubblica per la sospensione del servizio di medicina dello sport che, di fatto, impedisce a tantissimi ragazzi di tornare a fare sport prolungando così, illegittimamente e imprudentemente, la "reclusione" dettata dall'emergenza Covid 19.


...

Ci risiamo. Ancora una volta la Asur Marche interrompe il servizio di medicina dello sport. Nel momento in cui, dopo quasi tre mesi di "reclusione" forzata, un'intera generazione di giovani prova a ripartire (con fatica) con le attività sportive, puntuale arriva il disservizio (anzi: il non servizio) della Asur.



...

Illegittima l'autorizzazione dell'ufficio sport a far svolgere allenamento collettivo a società di pattinaggio affiliata Uisp. Con la mia interrogazione, ho chiesto l'invio degli atti alla Prefettura perché agisca nei confronti del dott. Paolo Mirti, dirigente del settore sport, il quale, come spesso avviene, conosce due pesi e due misure (vietando un legittimo allenamento individuale ad una società sportiva lontana dalle sue grazie e autorizzando un allenamento collettivo vietato dalle norme nazionali e regionali ad una società evidentemente più "considerata").


...

Si parla ancora di Palazzo Gherardi e, finalmente, non se ne parla più come residence di lusso in un’ottica di speculazione edilizia intollerabile. Un passo avanti, anche per l’Amministrazione di sinistra che, fino a poco tempo fa, sognava colate di cemento grazie al lavoro (sempre poco contestato) dell’architetto Cervellati.



...

È bene saperlo. Il consigliere Simeone Sardella, anzichè proporre cose sensate per aiutare gli operatori economici locali (ad iniziare dal taglio drastico di imposte e tributi e magari con un indebitamento del Comune, come hanno fatto Unione Civica e Forza Italia) ha invocato una tassa patrimoniale per poter (testuali parole) "prelevare a chi ha di più".




...

Ancora una volta le Marche si distinguono per una nemmeno più latente ostilità verso il plein air e verso il turismo dei campeggiatori, colpevolmente dimenticati (abbandonati) dai vertici regionali. Nell’ultimo decreto del presidente Ceriscioli (il 99 del 16 aprile), sempre più inadeguato nel suo ruolo, e con un cronoprogramma di ripartenze che rischia di diventare un cronoprogramma per l’affossamento economico (si pensi ai ristoranti tenuti incoscientemente al palo anche per i pasti d’asporto), vi è la grande e clamorosa assenza dei camping.





...

Raccogliendo la segnalazione di alcuni cittadini che hanno lamentato, dopo tempo che non accadeva, l'impossibilità di effettuare in questo periodo le visite di idoneità medica per attività agonistica, mi sono immediatamente attivato continuando a credere che l'efficienza del servizio di medicina dello sport sia un punto di snodo fondamentale per dare concretezza alle politiche giovanili sociali e culturali garantendo ai ragazzi il diritto di fare attività sportiva.