...

Dopo sei mesi di silenzio, si è riunito il Consiglio Comunale di Ostra Vetere. Una seduta in stile farsesco, in cui sindaco, assessori e consiglieri di maggioranza PD hanno dimostrato, per l’ennesima volta, di non essere all’altezza di amministrare il Comune, tanto meno di conoscere i meccanismi dell’Ente e di non leggere neppure i provvedimenti iscritti all’ordine del giorno. Un copione già visto in Consiglio, ma questa volta hanno oltrepassato il limite.”


...

“I fatti cominciano a darci ragione. L’Unione dei Comuni non funziona, non serve e rappresenta ancora un giocattolo nelle mani del sindaco Mangialardi e del PD, che hanno costretto, negli ultimi due anni, i Comuni di questo comprensorio vallivo a seguire una follia istituzionale, che comincia a perdere pezzi importanti ed a far emergere le criticità, che l’opposizione di centrodestra, rappresentata nei Comuni soci dell’Unione ha sempre denunciato, fin dall’inizio.”


...

Ad Ostra Vetere, sabato, ha fatto tappa Francesco Acquaroli, deputato di Fratelli d’Italia e candidato alla Presidenza della Regione Marche per tutto il centrodestra. Ad accoglierlo, l’ex sindaco del paese Massimo Bello, dirigente provinciale e regionale del partito di Giorgia Meloni, nonché Capogruppo in Consiglio, e Massimo Corinaldesi, portavoce comunale FDI.


...

“Siamo stati in silenzio per qualche mese a causa dell’emergenza Covid-19, ma adesso il tempo è scaduto. Abbiamo assistito a modalità e termini approssimativi, con cui questo sindaco e questa giunta di sinistra hanno condotto la situazione legata al lockdown, ma adesso è l’ora di trarre le conclusioni e cominciare ad evidenziare i limiti, che hanno impedito di avere una strategia seria e puntuale. Abbiamo registrato, da una parte, una sorta di chiusura inaccettabile a suggerimenti, obiezioni e critiche, mentre, dall’altra, abbiamo assistito, increduli, ad un approccio disorganizzato, a tratti farsesco, e poco sistemico all'impostazione del periodo emergenziale ad Ostra Vetere, che ha effetti anche in questa seconda fase, soprattutto di natura economica. Per tutti.”


...

“L’emergenza sanitaria non è stata l’unica ragione perché il Consiglio non sia convocato da sei mesi. Eppure la legge, nonostante il Covid-19, ha dato l’opportunità ai Comuni di convocarlo lo stesso, oltre alla Giunta, utilizzando piattaforme on line sin dal 17 marzo, ma il sindaco se ne è ben guardato dal farlo.