Regolamento avvocati e revoca Avv. Lucchetti, mozione di Forza Italia-Civici per Senigallia

avvocati legge tribunale 4' di lettura Senigallia 03/12/2020 - PREMESSO CHE: Il regolamento per gli incarichi agli avvocati approvato dal Comune di Senigallia (su proposta al tempo di Unione Civica e Forza Italia) prevede:

  • All’art. 3 la formazione di un elenco pubblico di avvocati ai quali poter conferire eventuali incarichi di rappresentanza e difesa in giudizio, suddiviso in cinque sezioni distinte per tipologia di contenzioso: 1. AMMINISTRATIVO 2. CIVILE 3. LAVORO-PUBBLICO IMPIEGO 4. TRIBUTARIO 5. PENALE con limitazione alle costituzioni di parte civile. Nessun avvocato può fare richiesta di essere iscritto in più di due sezioni. L'inclusione dell’avvocato nell'elenco viene redatto in rigoroso ordine alfabetico e non costituisce in alcun modo giudizio di idoneità professionale né graduatoria di merito non comportando alcun impegno da parte del Comune,
  • All’art. 4 prevede che i criteri che ispirano la scelta del professionista sono: - iscrizione all’Albo degli Avvocati e/o iscrizione nell’Albo degli Avvocati abilitati al patrocinio dinanzi alle Magistrature Superiori; - specifica competenza e pregresse esperienze risultanti dal curriculum vitae e professionale presentato; - analogie, consequenzialità e/o complementarietà e/o connessione con altri incarichi precedentemente svolti, con particolare riferimento a quelli svolti in contenziosi in cui è parte la pubblica amministrazione; - disponibilità immediata ad assumere l’incarico. - offerta economicamente più vantaggiosa sulla richiesta di numero tre preventivi fra quelli presenti nell’elenco rispettando il principio di rotazione tra gli iscritti.

  • All’art. 8 prevede che Il Comune, all’interno dell’elenco, osserva di norma il principio della rotazione tra gli avvocati iscritti in base all’ordine di iscrizione. Ma aggiunge che qualora il criterio di mera rotazione “non garantisca l’indicazione di un professionista in possesso di titoli o particolari qualifiche per l’assunzione del particolare incarico da assegnare, verranno interpellati coloro che, all’interno dell’albo, sulla base del curriculum e della documentazione presentata unitamente alla domanda di iscrizione dimostrino esperienza professionale e specializzazione adeguate in ragione della complessità e della natura delle questioni giuridiche da trattare”.

  • Prevede inoltre, sempre all’art. 8 che la formulazione dell’elenco non preclude all’Amministrazione Comunale la facoltà di affidare, con parere motivato rilasciato per iscritto dall’ufficio legale del Comune, incarichi professionali a soggetti non inclusi nello stesso nei casi in cui, per determinate materie e/o caratteristiche non ci siano legali nel cui curriculum sia presente la richiesta specializzazione o nei casi di particolare complessità giuridica (segnalata come sopra specificato) o di particolare valore economico (intendendosi per tali cause quelle di valore superiore a 520.000 euro);

CONSIDERATO CHE

  • Attualmente sono presenti nell’elenco sezione PENALE con limitazione alle costituzioni di parte civile professionisti che vantano curriculum di tutto rispetto in campo penalistico;

  • Forza Italia Civici per Senigallia, pur esprimendo perplessità (ora come allora) sulla definitiva formulazione dell’art 8 che dovrà essere rivista in questa consiliatura al fine di restringere l’area di arbitrio lasciato alla Giunta (e voluto dalla precedente Giunta a guida PD) che mal si concilia con l’interesse pubblico e la trasparenza amministrativa, ritiene che l’incarico affidato all’Avv. Alessandro Lucchetti di Ancona in relazione al processo per i fatti dell’alluvione del 2014 (dove il Comune è chiamato in causa quale responsabile civile per fatto dell’imputato) superi ampiamente ogni più estensiva interpretazione dell’art. 8. Ciò a fronte dello stesso curriculum in atti, nella consapevolezza che la cura dei propri interessi (pubblici) un processo penale, anche laddove ovviamente vi siano (come naturale) questioni civilistiche parallele da affrontare, debba essere affrontato da chi vanta esperienze e titoli in campo penale. Così come previsto nel regolamento citato.

  • Il processo per i fatti dell’alluvione del 2014 pendente davanti al Tribunale di Ancona, è stato definito dalla Corte con sentenza di incompetenza in data 1.12.2020 ed il procedimento verrà trasferito per competenza a L’Aquila

Premesso tutto ciò

IMPEGNA LA GIUNTA COMUNALE

  • A revocare immediatamente l’incarico all’Avv. Alessandro Lucchetti per il proseguimento del procedimento avendo concluso il legale il suo specifico incarico di fronte al Tribunale di Ancona. Conseguentemente a liquidare gli onorari ai minimi tariffari senza ovviamente considerare la fase dibattimentale e senza considerare alcun aumento di onorario per il numero delle parti, non essendoci stata alcuna attività istruttoria;

  • Ad affidare prontamente il mandato ad un avvocato iscritto nell’elenco “Penale con limitazione alle costituzioni di parte civile” secondo il criterio stabilito dall’art. 4 che prevede “specifica competenza e pregresse esperienze risultanti dal curriculum vitae e professionale presentato”;

  • A riaprire le iscrizioni per i professionisti all’elenco pubblico del Comune di Senigallia;


da Gruppo Forza Italia-Civici per Senigallia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2020 alle 17:14 sul giornale del 04 dicembre 2020 - 338 letture

In questo articolo si parla di attualità, forza italia, senigallia, comunicato stampa, Civici per Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bEyc





logoEV