Urbino: Cagli, minaccia di togliersi la vita dopo un litigio in famiglia, salvato dai carabinieri

carabinieri di notte 1' di lettura Senigallia 30/11/2020 - Momenti di apprensione a Cagli nella notte tra il 28 e 29 novembre scorsi, dove un uomo di 63 anni, in seguito ad un litigio con la moglie, ha abbandonato la propria abitazione minacciando di togliersi la vita.

A dare l'allarme è stata proprio la donna, che non vedendolo rincasare, ha allertato i carabinieri della locale stazione.

Le ricerche, a cui ha partecipato anche una squadra dei Vigili del Fuoco, sono durate circa tre ore, ma alla fine l'uomo, che nel frattempo aveva anche spento il cellulare per rendersi irreperibile, è stato ritrovato presso un'altra abitazione di sua proprietà.

Il sessantatreenne era ancora scosso per l'accaduto, ma in buono stato di salute.

____
Vuoi ricevere le notizie di Vivere Urbino in tempo reale sul tuo smartphone tramite WhatsApp e Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 3714499877 alla tua rubrica ed invia il messaggio "Notizie ON".
Per Telegram vai su https://t.me/vivereurbino e clicca su "Unisciti".






Questo è un articolo pubblicato il 30-11-2020 alle 15:18 sul giornale del 30 novembre 2020 - 430 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, suicidio, cagli, articolo, antonio mancino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bD1L