Dai Teatri al Web: nell’epoca della pandemia la musica cambia vestito per raggiungere una grande platea virtuale

2' di lettura Senigallia 25/11/2020 - “Tempi Moderni” è il titolo del concerto che vede impegnato FEDERICO MONDELCI come direttore e solista dell’ l’ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI di MILANO al Teatro Dal Verme.

La pandemia non ferma la musica che dai teatri si trasferisce sulla “rete”. La Fondazione Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano ha così deciso di mantenere vivo il contatto con il proprio pubblico utilizzando la tecnica del live streaming, ovvero al trasmissione in diretta dei concerti sulle piattaforme digitali. I concerti pertanto possono essere eseguiti utilizzando tablet, computer, smartphone e tutti i dispositivi connessi alla rete. Ed ecco che improvvisamente la platea diventa virtuale e si allarga ad un pubblico di tutta Italia e anche dall’estero.

Dice infatti Mondelci che a collegarsi saranno anche molti stranieri. In programma inizia con l’“Omaggio a Federico Fellini“ nel centenario della nascita con la Suite per sassofono e orchestra di Nino Rota (commissione di F.Mondelci arr. di Roberto Granata), La Suite comprende alcuni dei capolavori musicale che hanno accompagnato le immagini di Amarcord, La Dolce Vita, Otto e Mezzo, I Clown, La Strada. Il programma proseguirà poi con pagine significative del ‘900 tra cui “Pastorale d’Été“ di Arthur Honegger, il “Concertino da Camera” per sassofono e orchestra di Jacque Ibert, “Scaramouche" per sassofono e orchestra di Darius Milhaud. Diretta streaming dal Teatro Dal Verme di Milano giovedì 26 novembre ore 20 e sabato 28 novembre ore 17 sulla piattaforma dalverme.org/streaming.php

FEDERICO MONDELCI
Federico Mondelci è da oltre trent’anni uno dei più apprezzati interpreti della scena internazionale. I suoi studi comprendono il Conservatorio di Pesaro dove consegue il diploma “cum laude” nel 1979 sotto la guida del M° Romano Mauriello e il Conservatorio Superiore di Bordeaux dove ha conseguito il diploma con “Medaglia D’Oro” all’unanimità sotto la guida del M° Jean-Marie Londeix. Si è esibito come solista con oltre 50 orchestre, tra cui l’Orchestra del Teatro Alla Scala, la New Zealand Symphony Orchestra, la BBC Philharmonic, l’Orchestra da Camera di Mosca, l’Orchestra Sinfonica di Bangkok e la Filarmonica di San Pietroburgo, dove ritornerà, nella prestigiosa stagione diretta da Yuri Temirkanov in Aprile 2020. Il suo repertorio non comprende solo le pagine ‘storiche’ ma è particolarmente orientato verso la musica contemporanea e Federico Mondelci affianca il suo nome accanto ai nomi dei grandi autori del Novecento (quali Nono, Berio, Nyman, Kancheli, Glass, Donatoni, Sciarrino, Scelsi, Gentilucci, Graham Fitkin, Nicola Piovani e altri compositori della nuova generazione); eseguendone le composizioni spesso a lui espressamente dedicate, produzioni di straordinario successo che lo conclamano come raffinato solista di raro e straordinario talento. Nel 2017 è stato insignito del titolo di “Marchigiano dell’Anno”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2020 alle 09:48 sul giornale del 26 novembre 2020 - 298 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDjC





logoEV
logoEV