Al terzo incontro del Corso di storia si parla della Resistenza

2' di lettura Senigallia 19/11/2020 - Terzo appuntamento, venerdì 20 novembre alle 17.15, per la rassegna a distanza “Le cesure della contemporaneità”, promossa dall’Associazione di Storia Contemporanea. Questa volta è la Resistenza al centro del pubblico dibattito e, segnatamente, quella per larga parte dimenticata che si svolse, tra 1943 e 1944, sull’Appennino umbro-marchigiano.

Nonostante sul tema sia disponibile un abbondante storiografia, alcune periferie, come la suddetta area pluriregionale, ha bisogno di nuove e originali ricerche per arricchire il quadro d’insieme. Tra queste ultime si distingue quella pregevole di Alessio Marchetti, intitolata “Dalla Banda Ferri alla Brigata Spartaco. La Resistenza nell’Appennino umbro-marchigiano” (Zefiro, 2020), freschissima di stampa e appena giunta nelle librerie cittadine. L’autore ha incrociato testimonianze d’archivio e orali e la consistente pubblicistca per ricostruire le vicende cruciali della guerra resistenziale in Alta Val di Chienti e Valnerina, dove si incrociarono la storia generale della lotta al nazifascismo e quella di questi territori.

La rievocazione dell’azione patriottica dei fratelli Ferri, insigne famiglia di magistrati, giuristi e patrioti, si basa sull’importanza del ruolo da loro svolto e su rapporti di amicizia di lunga durata: una storia di uomini e dei loro atti, di fatto dimenticata per vari decenni nella quale compaiono figure di rilievo nazionale come Sandro Pertini e Giuliano Vassalli. Dopo i saluti della direttrice scientifica dell’Associazione, prof.ssa Lidia Pupilli, saranno gli studiosi Michele Servadio e Rita Forlini, consiglieri dell’Associazione, a contestualizzare e a illustrare gli aspetti più significativi di questa brillante ricerca; il presidente associativo, infine, introdurrà il dibattito.

Il Corso di formazione “Le cesure della contemporaneità”, promosso dall’Associazione di Storia Contemporanea e riconosciuto come iniziativa valida per la formazione docenti dall’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche non si rivolge ai soli docenti di ogni ordine e grado, ma all’intera cittadinanza, soprattutto a chi ha interesse per la storia e per le discipline umanistiche e sociali che dialogano con essa. Per aderire sarà sufficiente inviare una mail alla posta dell’Associazione (ascontemporanea@gmail.com): in questo modo si riceverà il link per partecipare subito tramite apposita piattaforma. I docenti interessati alla certificazione si potranno iscrivere sulla piattaforma ministeriale S.O.F.I.A. (codice corso: 47937) fino al 20 novembre (compreso). Il Corso è assolutamente gratuito e si articola in dieci appuntamenti dalla durata di due ore ciascuno.


da Associazione di Storia Contemporanea
Senigallia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2020 alle 12:49 sul giornale del 20 novembre 2020 - 320 letture

In questo articolo si parla di cultura, storia, senigallia, storia contemporanea, associazione di storia contemporanea, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bCCT





logoEV
logoEV