Emergenza Covid: Volpini, "Capacità sanitaria verso la saturazione, dal 1° novembre potenziato l'Usca"

2' di lettura Senigallia 31/10/2020 - L'avanzata dei contagi da Covid-19 sembra inarrestabile e lo scenario paventato sarebbe peggiore anche di marzo. Anche se l'indice di mortalità fortunatamente è ancora basso rispetto alla prima ondata, il numero dei positivi continua a salire.

L'ospedale di Senigallia conta (secondo i dati aggiornati a venerdì) tre ricoveri in terapia semi-intensiva e 8 ricoveri non intensivi. Questo ha già comportato la richiesta, da parte della direzione sanitaria, dell'interruzione di tutti gli interventi chirurgici programmati. Ma presto anche i posti letto a disposizione saranno saturi. Se a marzo e aprile Senigallia accoglieva i malati ospedalizzati provenienti dalla provincia di Pesaro-Urbino, adesso i pazienti arrivano da Jesi. Ma i contagi non risparmiano ovviamente i senigalliesi che sempre di più necessitano di cure domiciliari. Per questo ieri si è tenuta una nuova riunione organizzativa dell'USCA.

“Ci sono sempre più positivi al Covid19 paucisintomatici, che mostrano cioè sintomi del virus che possono essere gestiti dall'isolamento domiciliare -spiega Fabrizio Volpini, medico di famiglia e coordinatore dell'USCA- questo comporta un rafforzamento dell'azione sul territorio e per questo dal 1 novembre arriveranno nuovi medici per potenziare il servizio. In questo momento abbiamo due medici per le visite a domicilio e uno in sede per la reperibilità. Il lavoro che viene svolto è quello del monitoraggio dei pazienti, che avviene sia telefonicamente che, dove necessario, con visite con strumentazioni come il controllo ecografico toracico e saturimetrico e se ne necessario vengono effettuati anche tamponi a casa. L'obiettivo è quello di curare pazienti a domicilio per non intasare l'ospedale che per altro è già quasi al completo. Essendo il nostro un ospedale Covid, come Jesi (in area vasta Fabriano è no Covid ndr) si sta predisponendo la riorganizzazione della fase emergenziale proprio come a marzo”.







Questo è un articolo pubblicato il 31-10-2020 alle 00:10 sul giornale del 02 novembre 2020 - 2409 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bAf8





logoEV
logoEV
logoEV