Scossone nella Lega: si dimette il segretario Sergio Taccheri

1' di lettura Senigallia 28/10/2020 - Brusco scossone per la Lega. Dopo il successo alle elezioni, sia regionali che amministrative, il partito deve fare i conti con le dimissioni rassegnate dal segretario cittadino Sergio Taccheri.

Una decisione che sarebbe il frutto di prolungati dissapori tra l'ormai ex segretario e il resto della dirigenza. La vittoria alle elezioni amministrative, con lo storico ribaltone del centrodestra, dopo l'euforia iniziale avrebbe acuito alcune tensioni interne alla Lega. I malumori sarebbero iniziati già nella fase antecedente la campagna elettorale. Il dibattito politico per la scelta del candidato sindaco è stato travagliato, anche internamente alla Lega. La Lega aveva appoggiato la candidatura a sindaco di Riccardo Pizzi, attuale vice sindaco, insieme a Fratelli d'Italia ma Forza Italia non era d'accordo.

Alla fine la sintesi, grazie anche al passo indietro dello stesso Pizzi, è arrivata sul candidato unico per tutto il centrodestra nella persona di Massimo Olivetti che poi vinto le elezioni. La Lega alle ultime amministrative ha ottenuto il 10% dei consensi, con 2.321 voti, dietro a Fratelli d'Italia che invece ha ottenuto l'11,5% dei consensi pati a 2.651 voti, e si è confermata il secondo partito del centrodestra. In Giunta è rappresentata dagli assessori Elena Campagnolo e Nicola Regine, e in consiglio comunale conta cinque rappresentanti.






Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2020 alle 22:45 sul giornale del 29 ottobre 2020 - 2117 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bz49





logoEV
logoEV
logoEV