Liverani (FdI): "Cercheremo con i commercianti di Senigallia soluzioni per rimediare agli errori del governo Conte"

Marcello Liverani 2' di lettura Senigallia 27/10/2020 - Nei mesi intercorsi dalla fine del lookdown al DPCM di domenica 25 ottobre una cosa è sicuramente chiara: Conte e il suo Governo, non hanno fatto nulla per fronteggiare e prevenire l’emergenza Covid.

Durante questo periodo invece di capire che il problema grosso viene dai trasporti, e quindi implementarli, e bene, e dalle strutture sanitarie che andavano potenziate, hanno passato il tempo “elargendo” monopattini oltre che occuparsi della spartizione delle poltrone.

Con il nuovo DPCM si sono colpiti settori che non sono di certo a rischio, anzi, con gli investimenti che avevano fatto erano i più sicuri, e non è stata data nessuna valida motivazione. Addirittura, e questo è veramente grave, questi settori sono stati definiti dallo stesso Conte “attività sacrificabili”! Per Conte quindi i vari settori della ristorazione, così come i cinema, i teatri, le palestre e le filiere ad esse collegate, sono attività sacrificabili. Un abominio!

È assurdo che il Governo abbia attribuito a queste categorie il problema dei contagi quando, ed è dimostrato dalle immagini che ogni giorno vediamo in tv, i trasporti sono nettamente più a rischio. Nei ristoranti, nei cinema e nelle palestre, con i soldi che erano stati spesi per mettersi a norma, le distanze erano e sono più che rispettate, non così nei trasporti, dove bus, pullman e metro sono delle scatole di sardine!

Al di là di tutto rimane comunque inconcepibile il non aver previsto, prima del DPCM, i ristori, come invece è avvenuto in altre parti del mondo. Ancora una volta si è voluto colpire il commercio e le partite iva come se queste fossero i “delinquenti” dei contagi. Tutto questo non si può accettare, il Governo non può ignorare le Regioni, che tra l’altro 15 su 20 non rappresentano chi ci governa visto che sono governate dal centrodestra, e non può ignorare le vere problematiche di quelle categorie che sono vicine al tracollo!

La situazione sociale ed economica è gravissima, e lo abbiamo visto dalle manifestazioni di protesta dei cittadini e delle categorie produttive, delle promesse fatte, e mai mantenute, non ce ne facciamo niente, ma anzi ancora se ne pagano le conseguenze.

Fratelli d’Italia non può che essere dalla parte di chi produce ed è l’anima del sistema economico, come lo sono tutte le imprese produttive di Senigallia, ed è con loro che cercheremo di studiare la situazione prestando la massima attenzione alle varie problematiche. Limitatamente alle Leggi nazionali e ai DPCM che oramai vengono sfornati come un fornaio sforna il pane, studieremo, con i commercianti e le Associazioni di Categoria, come poter intervenire e aiutare i settori colpiti dal governo Conte, sicuramente non sarà facile, ma ce la metteremo tutta per trovare idee che possano aiutare il commercio a Senigallia.


di Marcello Liverani
Consigliere comunale e Membro Assemblea Nazionale Fratelli d’Italia





Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2020 alle 14:42 sul giornale del 28 ottobre 2020 - 1935 letture

In questo articolo si parla di politica, Marcello Liverani, fratelli d'italia, articolo, Fratelli d'Italia Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzUQ





logoEV