Senigallia Bene Comune: "57" e più

1' di lettura Senigallia 24/09/2020 - Con questo mio breve scritto non solo ringrazio con un abbraccio virtuale i "57" che mi hanno sostenuta con la loro preferenza, ma voglio rendere pubblica una mia riflessione fatta alla luce dei risultati elettorali.

Un ballottaggio che vede schierate due posizioni apparentemente opposte: da una parte il "centro-sinistra", che governa da anni la nostra città, dall'altro il "centro-destra" che reclama un cambiamento. Un confronto-scontro, tra due parti che rispecchiano una realtà politica (purtroppo) ancora attuale, ma obsoleta. Attori, protagonisti di questa scenografia sono cittadini che lottano per un potere politico più fine a se stesso che volto al bene comune.

Seppur convinti di impegnarsi per il bene collettivo, perdono di vista di essere ancorati ad un vecchio sistema, quello della logica dei partiti. Bella, stimolante, arricchente è la partecipazione dei cittadini che nasce dal basso. La costruzione solida di una società civile parte anzitutto dall'intessere relazioni e legami autentici. È ciò che ho trovato nelle due liste civiche Senigallia Bene Comune e Noi Cittadini. A mio avviso è uno dei risultati migliori che potessi portare a casa. Con l'auspicio di prendere consapevolezza di essere ancora dentro la famosa caverna di Platone, auguro a Senigallia un governo non cieco, ma volto alla ricerca del vero bene comune.

Silvia Costanzi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2020 alle 16:00 sul giornale del 25 settembre 2020 - 1150 letture

In questo articolo si parla di politica, noi cittadini, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bwUx





logoEV
logoEV