Cisl Fp: "La sanità territoriale e i servizi di supporto"

ospedale di senigallia 2' di lettura Senigallia 09/08/2020 - L’emergenza covid, ci ha dimostrato una volta di più l’importanza della sanità territoriale e come il suo arretramento riduca enormemente l’efficacia degli interventi sanitari peggiorando le condizioni di salute del territorio.

Sul territorio Senigalliese occorre potenziare il funzionamento dell’Assistenza Domiciliare integrata, rendere strutturali le Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA), create in occasione dell’ emergenza covid, inserendo, accanto ai medici, anche figure di assistenza sociale e infermieristica, occorre sviluppare l’infermiere di comunità come previsto delle recenti norme emanate dal Governo (8 infermieri ogni 50.000 abitanti) e rivitalizzare il dipartimento di prevenzione assumendo tecnici della prevenzione. Anche i front office (cup,cassa, anagrafe sanitaria, laboratorio analisi e Radiologia) risentono della mancanza di personale, a partire da quelli dell’ entroterra (ostra, corinaldo, ostra vetere, arcevia e Serra De’ Conti), così come il servizio di farmacia necessita di almeno 1 operatore tecnico/amministrativo e un Dirigente Medico.

Negli anni anche il Distretto ha perso diverse figure amministrative che non sono state reintegrate, con la conseguenza del rallentamento di pratiche e servizi e disagi per gli utenti. Le strutture amministrative interne, che sono state, negli anni, logisticamente sparpagliate su diverse palazzine della struttura ospedaliera, sono state nel tempo progressivamente spogliate di personale. L’ufficio personale è ubicato in locali al secondo piano e le barriere architettoniche impediscono l’accesso alle persone con limitate capacità motorie o donne con carrozzine. Il Centro Elaborazione Dati ( CED ) che deve coordinare e fare manutenzione a tutte le apparecchiature e assistere tutti i servizi di gestione dati ha perso in 4 anni 4 unità e ogni giorno deve gestire un parco macchine obsoleto.

L’ufficio tecnico, con i pensionamenti ha perso diverse unità ed è costretto per le manutenzioni e riparazioni a ricorrere sempre più spesso a ditte esterne e alcuni locali, come la portineria, non sono adeguati. Un quadro insomma che necessita di un rafforzamento significativo sia nel numero del personale che sotto il profilo strutturale, sia per garantire i servizi offerti all’utenza che per la funzionalità di procedure interne che sono fondamentali per l’operatività del sistema sanitario.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-08-2020 alle 11:50 sul giornale del 10 agosto 2020 - 385 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsYr





logoEV
logoEV