Ostra Vetere: seconda edizione di Montesaxnovo Festival

ostra vetere 4' di lettura 07/08/2020 - Il 7 agosto, nella sala consiliare dell’Amministrazione Provinciale di Ancona si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’attesissimo evento “MONTESAXNOVO FESTIVAL Summer Edition”, giunto alla seconda edizione, e che si svolgerà ad Ostra Vetere dal 10 al 30 agosto 2020.

E’ intervenuto il Presidente Luigi Cerioni che ha sottolineato l’importanza della sinergia tra Enti per incentivare relazioni e promozioni turistiche, fondamentali per una ripartenza, perchè attraverso eventi di richiamo si sviluppano azioni trasversali con ritorno in termini economici in favore dell’intero tessuto provinciale. “Abbiamo ospitato la conferenza stampa di Montesaxnovo Festival 2020 con orgoglio, perché la Provincia è la Casa dei Comuni” ha detto il Presidente Cerioni “Il Festival, che racchiude in sé il nome di origine di Ostra Vetere, Montenovo, è sinonimo di valorizzazione del grande patrimonio artistico e culturale che caratterizza i piccoli Comuni della provincia anconetana. Un plauso va all’organizzazione del Festival e all’Amministrazione comunale di Ostra Vetere sia per la realizzazione di un calendario in cui spiccano artisti internazionali sia per l’importante valorizzazione del territorio. Il Festival contribuirà in modo positivo ad avvicinare turisti e marchigiani alla ri-scoperta dell’entroterra della provincia di Ancona, che in questo periodo sta riscuotendo molteplici apprezzamenti e questo lo si denota, con soddisfazione, anche dalle continue prenotazioni di piccoli b&b “.

Un particolare ringraziamento da parte dell’Amministrazione Comunale al Presidente della Provincia e a tutta l’Amministrazione è stato rivolto dall’Assessore alla Cultura del Comune di Ostra Vetere professoressa Paola Fabbrini per l’accoglienza la disponibilità e la collaborazione ricevute. Organizzato dall’Associazione Culturale Lemuse in collaborazione con il Comune di Ostra Vetere e con il supporto di Regione Marche e BCC di Ostra Vetere, è un format unico e originale che incrocia la grande musica e sullo sfondo l’alta formazione, l’arte contemporanea e l’archeologia. Lo sfondo del logo è Ostra Vetere, una comunità della Val Misa ricca di un patrimonio artistico-storico e archeologico di qualità e realtà economiche che rappresentano con efficacia la modernizzazione imprenditoriale della regione. La fioritura culturale dell’entroterra si pone dunque come una strategia di rinascita del territorio e gli organizzatori, ben coscienti delle potenzialità del Festival, hanno sviluppato un ambizioso progetto in grado di incrementare in maniera determinante l’offerta culturale di eccellenza attraverso lo spettacolo dal vivo.

IL FESTIVAL giunge ora alla seconda edizione ed esordisce, nel contesto di una più complessiva valorizzazione delle risorse, e accade nel nome del sassofono e di Federico Mondelci, che ha deciso di condividere con artisti cosmopoliti come lui relazioni, progetti e opportunità per la sua città natale, il luogo dove ha scelto di vivere: Ostra Vetere. Un programma denso di concerti, un’offerta articolata e trasversale – otto concerti con artisti internazionali, una mostra, eventi culturali in quattro sedi della città fra cui il sito archeologico di Ostra antica. La provincia vuole diventare protagonista del dialogo culturale, in grado di attrarre risorse umane economiche e turistiche. Il programma del Montesaxnovo Festival con i suoi otto concerti, quanto a prestigio di contenuto artisco, appartiene al livello dell’offerta dei grandi centri culturali. Sono infatti presenti artisti di livello internazionale che si esibiscono regolarmente in prestigiose rassegne, festival e teatri di tutto il mondo: Enrico Pieranunzi il pianista jazz italiano più accreditato al mondo, il bandoneonista e compositore marchigiano Daniele Di Bonaventura, accompagnato da strumentisti ad arco marchigiani, che lega il suo nome a collaborazioni di grande successo (es. Paolo Fresu) e incisioni discografiche di assoluto prestigio per la ECM, il Duo Iorio - Stafano che proporrà il concerto “Mediterranean Tales” confluito in un CD di grande successo recentemente pubblicato. Essendo il tema portante del festival legato al sassofono saranno ospiti Arno Bornkamp (Olanda) e Federico Mondelci considerati tra i più apprezzati sassofonisti del concertismo internazionale, il giovane e pluripremiato sassofonista Jacopo Taddei. La musica verrà poi declinata nel territorio suggestivo della zona archeologia di Ostra Antica dove prenderanno vita performances del pianista marchigiano Lorenzo Di Bella e dell’attrice Francesca Di Modugno e nella tenuta dove il leggendario verdicchio Villa Bucci, del patron Ampelio Bucci viene prodotto, con la presenza degli artisti del festival e con la partecipazione straordinaria del violoncellista finlandese Martti Rousi concertista internazionale e professore all’Accademia Sibelius di Helsinki. Nell’ occasione verrà presentato dall’autore il libro L’Infanzia Infinita di Ampelio Bucci, recentemente pubblicato da Affinità Elettive Edizioni. Il cartellone concertistico fa da sfondo alle masterclass di sassofono che vedranno la partecipazione di oltre 40 sassofonisti provenienti da 12 regioni d’Italia, tenute da Federico Mondelci, Arno Bornkpamp, Jacopo Taddei per il repertorio solistico, da Gianni Iorio, Emiliano Rodriguez per la musica da camera e il jazz, con i pianisti Filippo Farinelli e Paolo Biondi e Michele Paolino per le formazioni di quartetto.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2020 alle 19:19 sul giornale del 08 agosto 2020 - 344 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsTj





logoEV
logoEV