Pesaro: La Carpegna Prosciutto Pesaro presenta Delfino: “Lavoro ed ambizione per riportare la VL dove merita”

Delfino 3' di lettura Senigallia 14/07/2020 - Si è tenuta stamane, presso la sede di Confindustria Pesaro-Urbino, la conferenza stampa di presentazione di Carlos Delfino come nuovo giocatore della Victoria Libertas Pesaro.

L'ala piccola argentina ha già lavorato insieme al neo coach pesarese Jasmin Repesa ai tempi della Fortitudo. Il nuovo giocatore della Carpegna Prociutto conta inoltre diverse esperienze in NBA, vestendo le maglie dei Detroit Pistons, Toronto Raptors, Milwaukee Bucks e Houston Rockets. Alla conferenza hanno preso parte Ario Costa, Presidente della VL e Stefano Cioppi, dirigente biancorosso.

"La vita e la carriera di Carlos sono state un'escalation di sfide importantissime e ad altissimo livello, dalla Nazionale Argentina, all'NBA e alle squadre italiane di grande livello, conquistando grandi vittorie. Da oggi per lui inizia una nuova sfida, quella di offrire un grosso contributo alla VL per cercare di regalarle momenti più felici rispetto a quelli che abbiamo passato negli ultimi anni. Sono orgoglioso e felice di poter contare su un giocatore dall'esperienza importante come quella di Delfino, ragion per cui lo ringrazio di aver accettato la nostra proposta e gli auguro le migliori fortune con indosso la nostra maglia" ha dichiarato Ario Costa in apertura.

La palla passa proprio al neo biancorosso Delfino: "Un saluto a tutti i tifosi, sono molto felice di essere qui. Sono molto carico, affronterò una grande sfida. In precedenza si parlava di esperienza: sono arrivato in Italia a 17 anni, conosco questo campionato ed ho ancora lo stesso entusiasmo delle prime gare disputate in questo Paese. Approdo a Pesaro, una società storica della Lega e che vanta una tifoseria incredibile. Venire a giocare a Pesaro da avversario è sempre stato difficile proprio a motivo dell'atmosfera creata dagli appassionati biancorossi e sono felice di poter essere uno di loro oggi. Il mio rapporto con Repesa? E' stato uno dei migliori allenatori che ho avuto, la sua presenza qui ha influito notevolmente sulla mia scelta. E' un allenatore capace, furbo. Quando ero un ragazzino mi ha aiutato a compiere quel salto che mi ha permesso di giocare in NBA, spero che oggi, in un momento differente della nostra carriera, ci sia la possibilità di ottenere ancora risultati importanti".

Carlos prosegue: "Sono una persona ottimista, un sognatore. Quando ho parlato con Jasmin ho capito che qui avrò la possibilità di fare bene e giocare con continuità: vogliamo ottenere risultati migliori rispetto a quelli degli ultimi anni. Sono orgoglioso di aver sposato il progetto VL, ma non vedo l'ora di entrare in palestra per iniziare ad allenarmi. In questo momento tutte le squadre sono impegnate sul fronte del mercato per costruire un roster migliore rispetto a quelli altrui, ma è attraverso il nostro lavoro che potranno arrivare buoni risultati sul campo. La mia età? E' un numero! Nello sport, in generale, vedo sempre più atleti continuare a giocare anche oltre i 38 anni, i tempi sono cambiati. Io amo il basket, quando a 30 anni ho subito un grave infortunio al piede ero disperato, perché non vedevo l'ora di tornare in campo. Non si tratta di soldi, ma di passione: mi sento ancora competitivo. Nell'ultimo anno, sia per motivi personali, sia a causa della pandemia da Covid, ho continuato ad allenarmi autonomamente. Ma non credo che questi ultimi mesi possano influire notevolmente sulla mia condizione fisica".

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA AL NUOVO GIOCATORE DELLA VUELLE






Questo è un articolo pubblicato il 14-07-2020 alle 11:12 sul giornale del 15 luglio 2020 - 189 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, vuelle, articolo, Roberto Panaroni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqB3