III commissione consiliare calda: continuano le "frizioni" tra la maggioranza e Sartini

ex gil 2' di lettura Senigallia 08/07/2020 - Seduta della III Commissione consiliare “agitata” quella di mercoledì pomeriggio. Ad inizio riunione, presieduta come sempre dal presidente Giorgio Sartini, la maggioranza ha chiesto la parola per spiegare le ragioni della mancata partecipazione alla sessione del 24 giugno scorso.

A prendere la parola è stata la consigliera del PD Luana Pedroni. “Come da comunicazione inviata al Presidente, spiegavamo che la gestione della commissione del giorno prima, ovvero del 23 giugno era stata gestita dallo stesso Presidente in maniera non corretta non essendosi attenenuto al regolamento comunale vigente per i presenti passaggi -ha sbottato il Pd- anzitutto ha sospeso la seduta in modo irrituale dicendo a voce che non c’era il numero legale senza verificarlo con un appello, una sospensione di 15 minuti per poi procedere a un secondo appello; poi ha aggiornato la seduta a oggi (ieri ndr) senza annunciarlo a microfono prima della fine dei lavori di ieri ma inviando la mattina stessa del dichiarato impropriamente “proseguimento dei lavori” la convocazione tanto che i commissari si sono accorti tardi di averla ricevuta; sottolineiamo inoltre una gestione dei lavori pessima -ha affermato- Durante la commissione Sartini non è riuscito a mantenere ordine in aula e soprattutto a far si che il rispetto per le persone non venisse mai meno, inoltre se la sua vera priorità fosse quella di dare importanza all’interesse pubblico (come un buon presidente di commissione farebbe) avrebbe rinviato la seduta di qualche giorno per favorire un ritorno positivo del clima tra i commissari nell’interesse dell’intera collettività”.

“Le vogliamo ricordare che un Presidente ha il compito di permettere a tutti di esprimere il proprio pensiero garantendo così la manifestazione incondizionata di democrazia tra tutti i commissari, questo è per eccellenza un ruolo che personifica l’espressione latina super partes (al di sopra delle parti) ovvero assumere una posizione neutrale e corretta con le parti. Chiudevamo il comunicato ribadendo che quella era una inopportuna prosecuzione dei lavori e chiedevamo una nuova convocazione nel rispetto delle regole -ha aggiunto- Le voglio inoltre ribadire che il comunicato stampa della maggioranza relativo alla commissione del 23 giugno recitava “ha impedito ad assessore, consiglieri e tecnico di concludere i loro interventi” quindi nessuno ha detto che non hanno potuto parlare, ma semplicemente che il dibattito poteva proseguire con ulteriori chiarimenti o approfondimenti altrimenti non ci sarebbe stato bisogno di una nuova commissione".






Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2020 alle 23:10 sul giornale del 09 luglio 2020 - 365 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bp0p





logoEV
logoEV