Residenti del Lungomare Sud, "Si predispongano parcheggi gratuiti accanto a quelli a pagamento"

2' di lettura Senigallia 01/06/2020 - Con la realizzazione della pista ciclabile nel Lungomare Leonardo da Vinci, in esecuzione del progetto della “Ciclovia Adriatica”, sono stati abrogati tutti gli stalli di sosta, lato mare, che nel periodo estivo erano a pagamento.

Conseguentemente sono stati posti a pagamento, ad euro/giorno 9,00, con decorrenza 01/06/2020, tutti i posti auto lungo il lato destro della “unica corsia stradale” che precedentemente erano invece liberi da ogni forma di pagamento.

Tra l’altro l’Ufficio Strade ha intenzione di realizzare dei parcheggi pubblici in aree attualmente destinate a giardini/verde attrezzato G3 sempre con sosta a pagamento nel periodo estivo.


Quindi, non essendoci più parcheggi liberi, i fruitori delle aree di sosta, nel periodo estivo (4 mesi), per parcheggiare le proprie auto dovranno ritirare il ticket ai parchimetri e pagare la relativa sosta oraria, con conseguente esborso fino ad euro/giorno 9,00.

In particolare i Proprietari, i Residenti, gli Affittuari, ecc. delle abitazioni site nel Lungomare Sud, nel periodo estivo saranno costretti, “ob torto collo”, per parcheggiare, pagare fino ad euro/mese 270,00.
Tutto ciò in contraddizione con l'art. 7, comma VIII, del Codice della Strada che prevede: “le aree di parcheggio a pagamento, delimitate dalle c.d. strisce blu devono essere alternate o immediatamente vicine ad altrettante adeguate aree destinate a parcheggio senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta”.

Ciò significa che se gli enti locali non adempiono all'obbligo di garantire una distribuzione "equa" dei parcheggi gratis e a pagamento, qualsiasi contravvenzione, elevata per il mancato pagamento (e la relativa esposizione) del ticket attestante il versamento delle somme dovute per la sosta è illegittima.

Pertanto si desume che il disposto attuato e/o da attuare, dall’Amm.ne del Comune di Senigallia, riguardante la sosta veicolare nel Lungomare Leonardo da Vinci, nel periodo estivo, non è conforme alle norme del Codice della Strada e non risponde alle esigenze ed all’attesa degli utenti di questo tratto di Lungomare e soprattutto dei Proprietari degli alloggi ivi ubicati che già pagano, la quota percentuale massima per l’IMU, la TARI, la TOSAP e infine la tassa di occupazione spazio e area pubblica per l’accesso.
Tutto ciò premesso, onde evitare RICORSI di OPPOSIZIONE a SANZIONI AMMINISTRATIVE

Si PROPONE

CHE, l’Ufficio Strade del Comune predisponga, nel Lungomare Sud (Leonardo da Vinci), delle aree e/o stalli di parcheggio gratuiti, distribuiti equamente e almeno di pari numero di quelli a pagamento.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-06-2020 alle 09:25 sul giornale del 03 giugno 2020 - 1067 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmUo





logoEV