Jesi: Bonus mobilità, niente soldi nei comuni sotto i 50mila abitanti

Cinzia Napolitano 3' di lettura Senigallia 26/05/2020 - Jesini senza bonus, l'assessore Napolitano: "Occorre ragionare in termini di territorialità e non di semplice città, faremo istanza al Governo coinvolgendo i comuni del territorio e le associazioni". Ecco i prossimi interventi alla ciclabile cittadina.

Il Bonus mobilità, così come previsto dal Decreto Rilancio, non tocca tutti i cittadini ma solamente quelli residenti nelle città metropolitane, nei comuni capoluogo di provincia anche sotto i 50mila abitanti, i comuni con almeno 50mila abitanti. Fuori il nostro territorio, nonostante negli ultimi anni si sia investito molto in termini di fondi europei, lavoro di squadra tra i comuni del territorio e soldi comunali. La stessa Ciclovia dell'Esino (LEGGI QUI) è stata definita come un grande incentivo alla mobilità sostenibile.

Peccato però che gli jesini non potranno accedere al bonus. Abbiamo chiesto all'assessore all'ambiente del Comune di Jesi Cinzia Napolitano cosa ne pensa. "Anche città come la nostra, di circa 40mila abitanti, ragiona in termini di mobilità sostenibile, con un criterio di territorialità più esteso rispetto alla città alla quale guarda il bonus governativo. Non dimentichiamo che a Jesi transitano più persone dei suoi cittadini: chi viene per lavoro, acquisti, scuola, sport...non è detto che lacittà con meno di 50mila abitanti, ma anche più piccola di Jesi, non abbia i suoi problemi di mobilità".

Insomma, un'occasione persa. Ecco perché, come ci dice l'assessore Napolitano, "il comune in sinergia con altri comuni limitrofi e associazioni che contatterò nei prossimi giorni, solleciterà il Governo per far capire questo concetto, che non si può guardare alla singola città quando si parla di mobilità sostenibile, setttore in cui stiamo tutti investendo molto, che non ci sono più confini netti tra i comuni ma si tratta di individuare invece aree più ampie per pianificare la mobilità".

In questi giorni, ma è già iniziato da settimane, è scattato un vero boom di acquisti di biciclette, soprattutto ebike, non solo tecniche (quelle usate da ciclcisti su strada o in mountain bike) ma anche da passeggio. Ciò già prima dell'uscita del Decreto Rilancio, e quindi indipendetemente dal bonus mobilità. "E' davvero una notizia interessante, con la speranza che chi acquista non sia solo il ciclista della domenica, ma quello che usa la bicicletta nei percorsi urbani, per spostarsi durante tutta la settimana"

A che punto sono i lavori per la ciclabile cittadina? "A metà giungo partiranno i lavori per la realizzazione della pista ciclabile di via Martin Luther King, un nuovo tratto che va ad aggiungersi a quelli già realizzati. Il prossimo passo, davvero necessario, sarà fornire agli utenti precise indicazioni, una segnaletica più evidente, aiutarlo a trovare agevolmente i percorsi. Inoltre, ragioneremo sul fatto che gli utenti delle ciclabili sono anche pedoni, coinvolgendoli quindi nei prossimi progetti e il coinvolgimento di altre zone della città", conclude l'assessore Napolitano.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 26-05-2020 alle 12:02 sul giornale del 27 maggio 2020 - 170 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, cinzia napolitano, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmwe





logoEV
logoEV