L’autore della foto di Volpini a Battisti: “Alziamo i toni del dibattito politico”

2' di lettura Senigallia 25/05/2020 - Roberto Fabri, autore dello scatto criticato da Paolo Battisti, replica sulla fotografia con Volpini.

Caro Battisti. Lei ha sbagliato in una sola cosa. Ha isolato una frazione di secondo (1/250, il tempo di uno scatto + 1 secondo per fermarmi a fare IO la foto) per trarre un pesante giudizio politico. Questa non è democrazia. E sciacallaggio. E le spiego perché. Da quando siamo partiti da Senigallia, fino ad arrivare a Maiolati Spontini, sollecitati da ben quattro medici che pedalavano con noi, tra cui Fabrizio, abbiamo rispettato tutti i protocolli di sicurezza.

Dopo 50 km siamo arrivati a Maiolati e, forse preso dalla bellezza del paesaggio, Fabrizio mi ha chiesto di fargli una foto. (Le posso mostrare la sequenza fotografica in termini di secondi).Fatta la foto, ritornando in mezzo al gruppo che, come può vedere dalle altre foto nel mio profilo, manteneva la distanza di sicurezza previste per gli spazi all’aperto, mi sono avvicinato a Fabrizio e gli ho rubato, letteralmente rubato, una foto camminando. Una semplice frazione di secondo. Quindi la responsabilità è solo e soltanto mia. Ma, da cittadino, cosciente e responsabile, non avrei mai tratto un giudizio così pesante su una persona e sulla sua condotta morale fino a chiedere le dimissioni. LE PAROLE HANNO UN PESO.

Forse, stando troppo tempo dietro una tastiera per cogliere in fallo i nemici politici, si perde la capacità di analizzare la vita non isolandola in un singolo momento, una singola frazione di secondo, ma cogliendo tutta la sua interezza. venga con noi in bicicletta a godere degli spazi aperti e forse potrebbe anche capire, non dico giustificare, dopo tre mesi chiuso in casa, se per un attimo non ho pensato al virus, ed alle regole che esso impone, ma ho colto l’immensità della natura che mi stava davanti. Ed ho scattato io la foto. Beato colui ”che plana sulla vita e comprende senza sforzo il linguaggio dei fiori delle cose mute. Senza rancore. Ma, una preghiera, cerchiamo di alzare il livello del dibattito pubblico e politico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2020 alle 13:36 sul giornale del 26 maggio 2020 - 1671 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmo7





logoEV