"Nessuno si salva da solo!": il servizio di mutuo aiuto e informazione di Diritti al Futuro di Senigallia

Diritti al futuro 4' di lettura Senigallia 09/04/2020 - Da martedì 14 aprile, per tutti coloro (cittadine e cittadini) che fossero nella necessità di aiuto, saranno disponibili in modo gratuito e con garanzia di riservatezza, tramite i numeri di telefono e i diversi referenti indicati qui sotto, le seguenti attività di servizio e di informazione:

-) Sportello di informazione ed assistenza su strumenti di sostegno al reddito a titolarità dello Stato (Indennità di € 600; NASPI – indennità di disoccupazione– Reddito di cittadinanza): cell. 3403994582 (Francesca) oppure 3393350370 (Massimiliano).

-) Sportello di informazione ed assistenza su strumenti di sostegno al reddito a titolarità del Comunale (Buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari – contributo per gli affitti – contributo per il pagamento di utenze): cell. 3703080604 (Virgilio).

-) Sportello di informazione ed assistenza su iniziative a favore dell’adozione del “reddito di quarantena (partecipazione alla campagna “Estendere il reddito di Cittadinanza. Se non ora quando?” - adesione alla piattaforma e alla relativa petizione regionale #redditodiquarantena - partecipazione all'assemblea online territoriale a cura di Quinto Stato Senigallia - focus su lavoratori stagionali del turismo) cell. 3393350370 (Massimiliano).

-) Sportello di informazione e assistenza per i servizi di volontariato di consegna alla propria abitazione di spesa alimentare, medica o di altre necessità impellenti: cell. 3896842743 (Enrico) cell. 3391944338 (Nausicaa).

-) Sportello di servizio di informazione finalizzato ad accrescere le conoscenze e la consapevolezza dei cittadini interessati a vivere in modo attivo la presente crisi (trasmissione di documenti legislativi del Governo e del Parlamento, delle ordinanze della regione Marche e del Comune di Senigallia emesse in questo tempo di crisi, compresi i moduli aggiornati per gli spostamenti): cell. 3355305639 (Marco).

In allegato a questo articolo si potrà consultare la scheda, che in modo analitico presenta i contenuti dei diversi servizi messi a disposizione.

In un momento di crisi sanitaria, che si sta tramutando in una violenta crisi sociale ed economica, Diritti al Futuro vuole diventare veicolo di solidarietà, vicinanza e prossimità concrete in prima battuta per e fra i propri aderenti e simpatizzanti, ma poi anche per tutte quelle cittadine e quei cittadini, che si sentono soli, abbandonati, disperati e disorientati.

“Se anche solo uno non si salverà da questa sorta di tsunami devastante da un punto di vista sociale ed economico, allora nessuno si salverà!” Viviamo in un mondo interconnesso nel bene e questa volta pure nel male. Tutti e tutto sono collegati a livello planetario e a livello locale. Risultano patetici i grandi piccoli del mondo, che credono di essere autosufficienti e di poter sostituire le assenze in modo sbrigativo. Patetico è Trump, che crede di non essere legato al resto del mondo. Come provano a fare la Germania e l’Olanda nell'Europa e Boris Johnson (a cui vanno i nostri auguri di pronta guarigione) fuori dall'Europa. In Italia sbagliano quei cittadini, che si sentono al sicuro rispetto ad altri. Se non si troverà una soluzione globale di garanzia per tutti, chi sta meglio resiste un poco di più, ma da solo non andrà molto lontano.

Una crisi come questa può segnare la fine di un'epoca, ma può produrre un'opportunità per un nuovo assetto sociale e per una nuova agenda ambientale locale e mondiale. E noi vogliamo sostituire i paradigmi del risentimento e del rancore con quelli della responsabilità e della solidarietà. Da subito: chi può deve mettere in campo pratiche e progetti di mutuo- auto aiuto di prossimità.

Il progetto “Nessuno si salva da solo” di Diritti al Futuro non vuole essere né velleitario (non ci vogliamo sostituire alle istituzioni ai vari livelli e agli efficaci servizi messi in campo dalle parti sociali a livello territoriale, che hanno capito il momento e stanno facendo la loro parte), né evanescente (fermarci solo allo scambio di riflessioni e sostegno a parole nei messaggini in chat o nelle videoconferenze, che sono momenti importanti, ma che da soli in casi di crisi estreme come questa non possono più bastare). Questo progetto vuole mettere in relazione un flusso sistemico di dare/avere all’interno di Diritti al Futuro, ma anche all’esterno dell’associazione con piccoli gesti di concretezza per chi si sente solo e ne sente il bisogno, nel rispetto della riservatezza e della dignità umana di tutti. Questa nostra azione di servizio gratuito è temporanea e durerà fino a che rimarrà vigente il regime giuridico di emergenza sanitaria e nei contenuti offerti sarà via via aggiornata con le prossime novità, che saranno introdotte delle scelte governative europee, nazionali, regionali e comunali.

Non conteranno i grandi numeri di accesso ai nostri servizi, saremo sicuri infatti di aver fatto del nostro meglio anche se un solo cittadino in stato di bisogno si rivolgerà a noi per trovare solidarietà concreta e aiuto per avere informazioni e supporto.

In allegato PDF la scheda.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2020 alle 15:03 sul giornale del 10 aprile 2020 - 376 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, sinistra in festa, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bjj2