Il supporto psicologico ai tempi del Coronavirus: il contributo dei terapeuti EMDR

3' di lettura Senigallia 07/04/2020 - In questo periodo ci stiamo confrontando a livello internazionale con l’emergenza sanitaria legata alla pandemia del Coronavirus (COVID-19), denominato anche “nemico invisibile (difficile da riconoscere e da combattere) e allo stesso tempo “democratico” (siamo tutti coinvolti, nessuno escluso), che ha creato uno spartiacque tra il mondo come era “prima” e come sarà “dopo”.

Da qui si deduce la complessità del fenomeno con cui ci stiamo confrontando che ha messo ogni persona di fronte ad una delle realtà della vita più difficile da accettare: la vulnerabilità o perdita dell’illusione del controllo e della sicurezza. In conseguenza, a livello psicologico, può emergere un senso di sopraffazione ai repentini cambiamenti che si sono dovuti applicare senza potersi completamente “adattare”, un senso di isolamento e di deprivazione, che se protratto nel tempo favorisce la depressione.

Alcune delle emozioni più comuni che si possono sperimentare sono: la paura di essere infettati, la rabbia, il panico, l’ansia, la colpa, il rifiuto, la depressione, il dolore, l’angoscia e un senso più generale dì disagio (distress) con tutti i correlati a livello fisico e psicosomatico. E’ importante prendere consapevolezza di essere tutti (nessuno escluso) in uno stato di stress, seppur in fasi diverse (allarme, resistenza, esaurimento) e, quando le risorse personali in questo momento non sono sufficienti a gestire lo stress in modo efficace, è importante chiedere aiuto, parlando con una persona di fiducia o meglio ancora con un psicologo/psicoterapeuta.

L’Associazione EMDR Italia da 20 anni si occupa di interventi nelle micro e maxi emergenze, fornendo un supporto psicologico altamente specializzato per individui, gruppi e per la collettività in generale. L’EMDR è un approccio terapeutico utilizzato per lavorare sullo stress generato da una esperienza traumatica con un forte impatto emotivo, che ha colpito la persona, o il nucleo familiare o anche una intera comunità. L’EMDR si focalizza sul ricordo dell’esperienza traumatica per poter neutralizzare la carica emotiva negativa, desensibilizzare il ricordo e poter poi pensare all’esperienza in maniera serena.

Un cambiamento significativo è dato anche dal fatto che il paziente discrimina meglio i pericoli reali da quelli immaginari condizionati dall’ansia, paura e altre emozioni negative. Relativamente all’emergenza da Coronavirus, l’Associazione EMDR Italia si è attivata fin da subito a livello nazionale, affinchè i terapeuti EMDR potessero intervenire a livello locale con strumenti e protocolli specifici, anche in collaborazione con Enti Pubblici, Ospedali, ATS, Associazioni. In particolare, per quanto riguarda il nostro territorio, l’Associazione EMDR Italia è stata in prima linea per l’alluvione del 2014, il terremoto del 2016-2017 e la tragedia di Corinaldo. Ora per l’emergenza del coronavirus, l’Associazione EMDR Italia con gli psicoterapeuti EMDR di Senigallia e dintorni, è pronta ad attivarsi per fornire supporto psicologico ove è necessario.

A tal fine, per ogni evenienza è possibile contattare la dott.ssa Anna Faretta (cell. 345-1351308), o la dott.ssa Cecilia Clementi (cell. 347-8786755).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2020 alle 12:18 sul giornale del 08 aprile 2020 - 677 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bjaE





logoEV