Coronavirus: l’omaggio dei sindaci alle vittime del Covid-19. Mangialardi: “Gesto per onorare la memoria di tanti nostri concittadini, scomparsi”

1' di lettura Senigallia 31/03/2020 - Un gesto semplice, ma particolarmente significativo, per ricordare chi non c’è più, chi è stato strappato ai propri affetti da una malattia subdola e crudele, spesso senza la possibilità di un ultimo saluto, un addio, e impossibilitati a ricevere una degna sepoltura.

È quello che i sindaci marchigiani, su proposta del presidente nazionale dell’Anci Antonio De Caro, ripresa dal presidente dell’Anci Marche Maurizio Mangialardi, hanno voluto compiere martedì 31 marzo, esponendo dalle finestre dei Comuni le bandiere a mezz’asta in segno di lutto e, alle ore 12, osservando un minuto di silenzio di fronte al palazzo municipale o al monumento ai caduti della propria città, con tanto di fascia tricolore addosso. A Senigallia la breve cerimonia si è svolta alla presenza del sindaco Maurizio Mangialardi e del presidente del consiglio comunale Dario Romano.

“Un minuto di silenzio dedicato alle vittime di questa terribile epidemia – commenta Mangialardi - un abbraccio ai loro parenti e ai loro amici, ma soprattutto un modo per provare a colmare, almeno un po’, la solitudine che ha avvolto l’ultimo atto della vita di tanti nostri concittadini, scomparsi senza la possibilità di rivedere i loro cari. Come presidente dell’Anci Marche voglio ringraziare tutti i nostri sindaci, i quali, dando prova di unità, umanità e profondo rispetto per il dolore che alberga in tante famiglie della nostra regione, hanno voluto aderire a questa iniziativa”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2020 alle 13:13 sul giornale del 01 aprile 2020 - 990 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biKS