Dirigenti sanitari spostati senza ordine scritto, lettera intersindacale: "Non firmate liberatorie a chi ve lo chiede"

pc computer lavoro ufficio 2' di lettura Senigallia 30/03/2020 - Abbiamo già segnalato il 13.03.2020 che l’istituto che deve essere applicato per spostare i dirigenti da un reparto all'altro doveva essere quello di disporre dello strumento della mobilità d’urgenza con Ordine di servizio scritto personale (e sull’urgenza non possono esservi obiezioni).

Abbiamo segnalato che qualsiasi trasferimento temporaneo o definitivo del personale doveva essere disposto con ordine di servizio scritto e comunicato in maniera tracciabile, perché, soprattutto in una situazione come quella che stiamo vivendo, a maggior ragione non è possibile derogare da regole sempre e comunque inderogabili.

L'ordine di servizio scritto è indispensabile e , una volta ricevuto, è altrettanto indispensabile che il dirigente faccia rimostranza ex art 17 DPR n.° 3 del 1957 , se non altro perchè sia chiaro che il dirigente riceve un ordine di fare altro rispetto alla mansione e all'incarico per cui è stato assunto.

Tale modalità era stata già comunicata alle Direzioni generali di tutte le Aziende sanitarie Regionali poiché ci erano arrivate segnalazioni in cui venivano disposti spostamenti di dirigenti senza ordini scritti o con i social o mail.

Abbiamo invitato le Direzioni generali a dare disposizioni in tal senso alle direzioni sanitarie, al fine di premunirsi e di evitare possibili contenziosi giuridici , di cui si incominciano ad avvertire le prime avvisaglie.

Ci giunge segnalazione che si stia chiedendo oralmente ai dirigenti che sono stati spostati senza ordine di servizio scritto personale , di rilasciare oggi una liberatoria in cui i dirigenti dichiarano di aver accettato spontaneamente di spostarsi di reparto.

Invitiamo i nostri iscritti a non firmare nessuna liberatoria ora per allora, in quanto sono possibili e prevedibili contenziosi giuridici organizzati da associazioni di avvocati , di cui abbiamo avuto notizia dai mezzi di informazione.

Invitiamo coloro che non avessero avuto un ods scritto a farselo fare o a richiedere la reiterazione dell'ordine ricevuto.

Se non ricevono un ordine di servizio scritto non devono spostarsi autonomamente dal proprio reparto.

Si fa premura di segnalare tali comportamenti affinchè le autorità preposte possano prendere i provvedimenti del caso al fine di porre rimedio.

LE SEGRETERIE REGIONALI della OO.SS. INTERSINDACALE MARCHE
FVM - Dr. A. Angellotti, UIL - Dr. F. Nigro, FASSID - Dr. G. Argalia, FESMED - Dr. G.Politi, CISL - Dr. G. Brandoni, CGIL - Dr. K. Pesaresi, ANPO - Dr. M. Tocchini, CIMO - Dr. L. Moretti






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2020 alle 15:11 sul giornale del 31 marzo 2020 - 221 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, sindacati, ospedale, marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biGN





logoEV
logoEV