Colpo di coda di Mangialardi alle regionali. Ceriscioli: "È lui il candidato giusto". Ora la parola alla coalizione

1' di lettura Senigallia 28/02/2020 - Ha ormai la strada spiananata il presidente dell'Anci Marche e sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi nella corsa verso le regionale. E' il suo nome attorno al quale il centrosinistra sembra aver trovato l'accordo per la candidatura alla presidenza della Regione Marche.

Dopo il tira e molla dei mesi scorsi tra il Ceriscioli-bis sì e il Ceriscioli-bis no, con l'ingresso in campo di altri candidabili come il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e l'ex Rettore dell'Università di Ancona Sauro Longhi, il Pd sembra aver trovato la quadra. Sulla candidatura di Mangialardi c'è anche il benestare del Governatore uscente Ceriscioli. Nelle convulse giornate del Coronavirus arrivato anche nelle Marche, il presidente Ceriscioli è alle prese anche con la bega delle regionali. I tempi sono stretti e il Pd deve chiudere sul nome del candidato governatore entro domenica, giornata della direzione del partito. E così Ceriscioli interviene ufficialmente "benedicendo" la candidatura di Mangialardi.

"Sul mio nome non c'era unità e così faccio un passo indietro e Maurizio è il candidato giusto" -sintetizza il Governatore uscente. A sostegno della candidatura di Mangialardi martedì è arrivato anche l'appoggio di 90 sindaci delle Marche. E se il Pd domenica dovrebbe confermare la candidatura, l'ultimo scoglio da superare è quello delle altre forze della coalizione di centrosinistra che hanno invece sempre sostenuto di preferire un candidato "civico". L'inizio della prossima settimana sarà decisivo.






Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2020 alle 08:54 sul giornale del 29 febbraio 2020 - 5241 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgSg





logoEV
logoEV