Progetto in Comune al bilancio di fine mandato, "5 anni di fatti"

progetto in comune 3' di lettura Senigallia 20/01/2020 - Un bilancio positivo, quello di “Progetto In Comune”, che introduce ad una  “visione” per il prossimo quinquennio.

“Ci siamo mossi su tre direttrici fondamentali del programma, ed in Consiglio Comunale le abbiamo fatte divenire tangibile segno di governo e sviluppo della città”: tutela della Salute, promozione del Territorio e sviluppo del sistema di Protezione Civile. Con l’adesione al Patto per la Scienza, suffragata dall’intervento via Skype del ricercatore e promotore dello stesso, dott. Guido Silvestri, abbiamo portato a termine un percorso fatto di incontri, interventi e conferenze. Proprio nel primo anno di consiliatura, era partito con la presentazione della Mozione sulla “Promozione della Cultura Vaccinale”, ispirato dal contributo programmatico del dott. Daniel Fiacchini.

Abbiamo sostenuto l’adesione del Comune alla Carta Italiana per la Promozione delle Vaccinazioni e Senigallia è stata capofila nel contrastare il preoccupante calo delle coperture vaccinali. Mai nessuna titubanza, nessun calcolo o strumentalizzazione politica su questi temi: di questo siamo tanto orgogliosi quanto determinati a proseguire. Sulla valorizzazione del territorio, siamo stati promotori del Protocollo d'intesa operativo con l'associazione Slow Food. Da questo è scaturita una serie di eventi, che ha sicuramente impreziosito l’offerta turistica dei nostri territori, secondo quell’indirizzo del programma - voluto dalla Dr.ssa Alice Angeletti - per cui la Cultura ed il Turismo sono e debbono essere le ali dello sviluppo della città.

Un fiore all’occhiello di questi cinque anni è stato poi l’inserimento dei nostri progetti di Protezione Civile nelle linee programmatiche della maggioranza, che da subito si sono manifestate nell’adesione alla campagna nazionale del Dipartimento denominata “Io Non Rischio”. Poi la nascita del Comitato dei Gruppi e Associazioni di Protezione Civile, costituito con delibera consiliare n. 97 del 30.11.2017, ed il conferimento nella mia persona dell’incarico di Consigliere delegato alla Protezione Civile, al fine di rafforzare la sinergia tra le varie forze di volontariato presenti sul territorio, nell’ottica di sostenere l'Amministrazione nelle scelte in tema di sicurezza, non ultima proprio nell’adozione del Piano di emergenza di Protezione Civile comunale del 2019. Un incarico, quello di Delegato, svolto senza alcun tipo di remunerazione, e nel pieno rispetto delle peculiarità di ciascuna delle stimate associazioni, che così tanto danno alla nostra città.

In particolare ritengo scontato, ma altresì doveroso, ringraziare il primo Presidente del Comitato, il dottor. Davide Fronzi – uno degli estensori del programma della lista sul tema della protezione Civile – e che, nel ruolo svolto in forma altrettanto laica, ha saputo dare avvio ad una fase nuova per il mondo della protezione civile cittadina, che promette di dare in futuro altri importanti risultati. Quella di “Progetto In Comune” è stata una esperienza importante che ha visto il lavoro prezioso di tutti coloro – a cui va la mia gratitudine –che candidandosi, costituendo il programma e interessandosi anche successivamente all’azione consiliare - hanno posto le basi di una visione nuova della città che non si esaurisce in questi cinque anni ma darà frutto anche in futuro.


da Maurizio Perini
consigliere comunale Progetto in Comune
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2020 alle 09:35 sul giornale del 21 gennaio 2020 - 861 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio perini, Progetto in Comune, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfeK





logoEV
logoEV