Maestra colpita da meningite batterica: migliorano le sue condizioni

sanità ospedale 1' di lettura Senigallia 19/01/2020 - Migliorano le condizioni della maestra di 50 anni colpita da meningite da meningococco e ricoverata nel reparto di malattie infettive dell'ospedale di Fermo.

La donna, dopo un primo accesso al Pronto Soccorso di Senigallia, dove i medici hanno subito intuito la gravità delle sue condizioni, è stata trasferita a Fermo dove i sanitari hanno iniziato la terapia antibiotica.

Fortunatamente il fisico della donna ha reagito bene. Ieri mattina la donna era cosciente ed è riuscita a parlare telefonicamente con i figli. Prima di poter sciogliere la prognosi dovranno passare ancora 48 ore ma i medici sono più che ottimisti e i familiari possono tirare un sospiro di sollievo. Ovviamente il recupero sarà lungo ma il peggio sempre essere passato. La donna, dopo aver accusato i sintomi che sembravano quelli di una influenza ma non riuscendo a far abbassare la febbre, che anzi saliva sempre di più, si è recata al Pronto Soccorso di Senigallia.

I medici hanno intuito che potesse trattarsi di meningite, condizione subito confermata dalle analisi che hanno evidenziato una meningite da meningococco, dunque batterica. Un campione di analisi è stato inviato anche al laboratorio Meyer di Firenze che dovrà stabilire il ceppo esatto. Subito è scattato il ricovero e la profilassi antibiotica non solo per i familiari della donna ma anche per due classi delle elementari di Vallone dove la maestra insegna.






Questo è un articolo pubblicato il 19-01-2020 alle 16:10 sul giornale del 20 gennaio 2020 - 3266 letture

In questo articolo si parla di sanità, cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, ospedale, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfdL