L'Associazione di Storia Contemporanea festeggia 9 anni con un nuovo libro sul Calcio nelle Marche

2' di lettura Senigallia 11/01/2020 - L’associazione – fondata il 13 gennaio 2011 da 16 soci fondatori tra cui l’attuale presidente Marco Severini, docente dell’Università di Macerata – al momento può vantare oltre 400 associati in tutto il mondo e collaborazioni e partnership con atenei, istituti di ricerca e associazioni italiane e straniere.

Nella sala conferenze del palazzo di via Chiostergi 10 (centro storico di Senigallia), sede associativa e del Centro Cooperativo Mazziniano Pensiero e Azione, lunedì 13 gennaio, in occasione dei nove anni dalla fondazione, verrà presentato per la prima volta un volume appena pubblicato: si tratta di “Non solo un gioco. Le Marche del calcio”, di Andrea Pongetti, socio fondatore dell’associazione e giornalista dei quotidiani Il Resto del Carlino e Senigallia Notizie.

L’incontro inizierà alle ore 18.15 e a dialogare con l’autore ci saranno il presidente associativo Marco Severini, che ha scritto la Postfazione del volume e il giornalista del Resto del Carlino Nicolò Scocchera.

La monografia, edita da Il Lavoro Editoriale (168 pagine, 25 euro), racconta in chiave storica oltre un secolo di calcio marchigiano: dalle prime partite giocate in campi polverosi, con maglie sbiadite e scarpe rattoppate, ai gol del senigalliese Renato Cesarini – l’unico calciatore diventato un modo di dire – all’ultimo minuto con la maglia azzurra, alla drammatica aggressione all’arbitro Vannini durante un infuocato Anconitana-Pisa nel 1947, ai tanti infuocati derby provinciali fino ai successi di Ascoli, Ancona e Samb negli anni Ottanta e Novanta e alle difficoltà, soprattutto economiche, dei giorni nostri.

Tante le piazze che vengono citate nel volume, grazie ai successi delle loro squadre: da Ancona ad Ascoli Piceno, passando per Pesaro, Fano, Senigallia, Jesi, Osimo, Civitanova Marche, Macerata, Fermo, San Benedetto del Tronto.

Un libro in cui si parla di calcio dunque, tema conduttore di tutto il volume, ma in maniera un po’ insolita: non mancano partite e risultati, ma il fenomeno calcistico è indagato soprattutto dal punto di vista sociale e in rapporto all’evolversi della società contemporanea, caratterizzata nella nostra regione da campanilismo e localismo.

Un testo nato seguendo alcune delle finalità dell’Associazione di Storia Contemporanea, che ha tra i suoi obiettivi l’indagare filoni di ricerca meno battuti e sostenere le pubblicazioni di giovani autori.


da Associazione di Storia Contemporanea
Senigallia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2020 alle 11:47 sul giornale del 13 gennaio 2020 - 458 letture

In questo articolo si parla di cultura, storia, senigallia, storia contemporanea, associazione di storia contemporanea

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/beUq





logoEV
logoEV