Fermo: nottata con qualche disagio e tanta paura ma senza gravi danni per il vento

1' di lettura Senigallia 14/12/2019 - Cassonetti rovesciati, alberi sradicati, rami spezzati, strade ostruite e tanto lavoro per i mezzi di soccorso stradale

E’ stata una notte insonne per molti. Soprattutto per quanti soffrono di anemofobia; si chiama cosi la paura di quanti hanno terrore del vento: un senso di ansia incontrollata che nasce quasi sicuramente dopo un esperienza traumatica e che non sempre si ricorda coscientemente.

E’ stato sufficiente uscire di casa, entrare in un bar per respirare l’aria angosciante di quanti hanno passato gran parte della notte svegli fino a quando il vento si è placato o la stanchezza li ha vinti.

Il vento ha cominciato a soffiare con tutta la sua veemenza un paio di ore prima della mezzanotte e ha tormentato tutto il fermano e non solo fino all’alba creando ansia a quanti lo temono e un allarme prolungato nelle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco che hanno avuto una gran da fare per togliere dalle strade alberi divelti e oggetti di ogni tipo trasportati qua e la dalle sferzanti raffiche.

Problemi e chiamate un po’ da ogni dove e poi la "quiete dopo la tempesta" ed una splendida giornata di sole per correre a fare se non gli ultimi, altri acquisti di Natale.

Un Natale con manifestazioni ed eventi pensati per grandi e piccini in tutto il fermano.




redazione vivereFermo


Questo è un articolo pubblicato il 14-12-2019 alle 11:02 sul giornale del 16 dicembre 2019 - 211 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, fermo, notizie, articolo, Redazione VivereFermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bd5A





logoEV
logoEV