Cingoli: ferisce con un coltello l'amico, poi si lancia nel lago

Consorzio di Bonifica Viadotto diga Cingoli 1' di lettura Senigallia 15/12/2019 - Verso le 1 di sabato notte i Carabinieri della Stazione di Cingoli sono intervenuti presso il ristorante bed & breakfast “Lo Smeraldo” sito in località Castriccioni dove un giovane, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di sostanze stupefacenti, aveva tentato di colpire al collo con un coltello da tavola l’amico 24enne con il quale condivideva la camera d’albergo, ferendolo lievemente al torace prima di essere fermato dal personale di sala presente.

Lo stesso riusciva comunque a fuggire in direzione del vicino viadotto lanciandosi nelle acque del lago di Cingoli, precipitando da un’altezza di 20 metri circa.

Subito soccorso da coloro che avevano assistito alla scena, è stato trasportato all’ospedale “Torrette” di Ancona dai sanitari del 118 e ricoverato per ipotermia e ferite lacero contuse, con prognosi da definire ma non di estrema gravità.

I Carabinieri, nel corso della perquisizione della camera d’albergo occupata da entrambi i giovani, rinvenivano 25,5 grammi di hashish e 0,9 di marijuana posti sotto sequestro.

Il Magistrato di turno, Dott. Enrico Riccioni, portato a conoscenza dei fatti, ha disposto di sottoporre agli arresti domiciliari per il reato di tentato omicidio presso la struttura ospedaliera dove si trova ricoverato F.F., 19enne della provincia di Ancona difeso dall’Avv. Roberto Tiberi del Foro di Ancona.






Questo è un articolo pubblicato il 15-12-2019 alle 14:59 sul giornale del 16 dicembre 2019 - 304 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, viadotto, consorzio di bonifica, Sara Santini, articolo, diga Cingoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bd7I





logoEV
logoEV