Montemarciano: "Cercatori di bellezza", gioco per tutti i ragazzi nel trentennale della Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia

2' di lettura 19/11/2019 - Photo Play MONTEMARCIANOBELLA for Children è il gioco-sfida che OS.I.A.MO. (Osservatorio Infanzia Adolescenza Montemarciano) ha lanciato ai ragazzi (6-14 anni ) per il trentennale della Convenzione ONU sui diritti dei minori (20 novembre 1989). Sono sfidati a ‘scovare’ e fotografare nuovi angoli di bellezza dell’ambiente urbano e naturale di Montemarciano e sue frazioni.

E’ un gioco di livello amatoriale che impegnerà fino al 1° dicembre prossimo (poi seguirà mostra e premiazione) ragazze e ragazzi curiosi e interessati, che vogliono mostrare con una foto la bellezza che hanno scoperto della loro città e l’affetto/ammirazione che ne provano. Prendendo iniziativa si trasformano in veri ‘cercatori di bellezza’ trascinando famiglia e genitori, scuola e associazioni, per affermare il loro diritto ad una città ‘bella e amica’.

Le regole del gioco sono pubblicate nella pagina facebook dell’Osservatorio https://www.facebook.com/osservatorio.montemarciano/.

La finalità è di contribuire a rendere consapevole la cittadinanza del percorso che Montemarciano deve fare, in termini di accoglienza e decoro, per meritare il titolo di ‘Città sostenibile e amica dei bambini e degli adolescenti’ della rete regionale di cui alla L.R.n.14/2017, per educarci tutti alla sua amicizia, nel rispetto dei diritti a favore dei minori e dei doveri a carico degli adulti.

Giocare alla bellezza del proprio ambiente, della casa comune è una ‘simpatica’ modalità di fare cittadinanza attiva, può significare pensarlo con mentalità e progettualità nuova, a misura di persona, non solo e non tanto a misura di autoveicoli o di mezzi, ma di ragazzi e di fini.

Non sarà un brand facile da mantenere quello di ‘Città sostenibile e amica’ se l’Amministrazione non si doterà di un apposito programma organico, al quale OSIAMO e tutte le associazioni potranno contribuire, che affronti il miglioramento dello stato di qualità della vita dei minori, in tutti i settori dell’organizzazione sociale.

In questo compito concorre il progetto ‘Un ponte tra generazioni’ messo in atto dal servizio civile volontario degli anziani che il Comune di Montemarciano svolge in collaborazione con l’Ambito Territoriale Sociale (ATS12) ai sensi della L.R. 3/2018.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2019 alle 12:07 sul giornale del 20 novembre 2019 - 457 letture

In questo articolo si parla di attualità, montemarciano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcZb