Corruzione, arrestata l'ex eurodeputata di Forza Italia Lara Comi

1' di lettura Senigallia 14/11/2019 - Lara Comi, ex eurodeputata di Forza Italia, è stata arrestata giovedì mattina dalla guardia di finanza di Milano con le accuse di corruzione, truffa e finanziamento illecito.

Assieme a Comi è finito ai domiciliari l'amministratore delegato dei supermercati Tigros, Paolo Orrigoni, ex candidato sindaco di Varese con la Lega. In carcere l'ex direttore dell'Agenzia per il lavoro Afol, Giuseppe Zingale. I tre sono stati arrestati nell'ambito di un nuovo filone dell'inchiesta "Mensa dei poveri", che lo scorso maggio aveva portato a 43 misure cautelari eseguite, tra gli altri nei confronti di diversi esponenti lombardi di Forza Italia: l’ex coordinatore a Varese Nino Caianiello, il consigliere comunale Pietro Tatarella e il consigliere regionale Fabio Altitonante.

Il nuovo filone nasce dagli elementi forniti da Caianiello, il presunto regista della rete di mazzette che sta ora collaborando con la giustizia. Lara Comi, 36 anni, è accusata di corruzione per alcuni contratti di consulenza e nomine e per truffa ai danni del Parlamento europeo, dove è stata deputata dal 2009 al 2019. Secondo le accuse, la forzista avrebbe sfruttato il proprio ruolo pubblico per ottenere "il massimo vantaggio in termini economici".

“Nonostante la giovane età - si legge nell’ordinanza d'arresto del gip - Lara Comi ha mostrato nei fatti una non comune esperienza nel fare ricorso ai diversi, collaudati schemi criminosi volti a fornire una parvenza legale al pagamento di tangenti, alla sottrazione fraudolenta di risorse pubbliche e all’incameramento di finanziamento illeciti”.






Questo è un articolo pubblicato il 14-11-2019 alle 17:44 sul giornale del 15 novembre 2019 - 1262 letture

In questo articolo si parla di cronaca, forza italia, parlamento europeo, corruzione, lara comi, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcOM





logoEV