Bello: "FdI, Lega e Forza Italia lavorano insieme per l'unità del Centrodestra"

fratelli d'italia 4' di lettura Senigallia 14/11/2019 - “Senigallia è strategica per il ruolo che riveste nella provincia di Ancona e in tutta la regione Marche. Ecco perché il partito di Giorgia Meloni, da mesi, sta lavorando perché si possa ottenere una coalizione, leale e paritaria, con gli alleati naturali di centrodestra, Lega e Forza Italia, come del resto accade in tutta Italia, non escludendo affatto, comunque, l’inclusione e la partecipazione anche di movimenti civici, che siano espressione vera e rappresentanza tangibile di gruppi organizzati di cittadini.

Gruppi di cittadini desiderosi non solo di un vero cambiamento, ma anche della rinascita della città. Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia devono trovare la sintesi e siglare, prima, un’alleanza, che rappresenti la cabina di regia dell’alternativa e, poi, allargare ai movimenti civici, che debbono rappresentare un valore aggiunto realistico ed essere davvero alternativi alla sinistra e al PD”.

A parlare è Massimo Bello, Responsabile provinciale del Dipartimento ‘Enti Locali’ e Dirigente regionale di Fratelli d’Italia, che traccia, ancora una volta, il percorso e la sintesi politica, a cui debbono giungere coloro che si apprestano a preparare l’alternativa alla sinistra e al PD. “Fratelli d’Italia ha già espresso la sua posizione più volte”, ha sottolineato Bello. “Una posizione chiara, lineare – ha ribadito l’esponente della Destra regionale - che rispetti ciò che sta accadendo ovunque. Il cuore della coalizione è l’alleanza dei tre partiti rinnovati del centrodestra – Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia – da allargare a quei gruppi civici, che abbiano davvero un peso specifico di qualità e non autoreferenziali. Il Centrodestra ha il dovere di trovare una sintesi tra i partiti e in un progetto condiviso. Questa è la regola generale.”

“Fratelli d’Italia – continua Massimo Bello - è pronta al dialogo costruttivo e alla collaborazione leale tra le forze politiche. Chi desidera ‘giocare’ su altri tavoli, si esclude da solo. Non accettiamo, però, e non accetteremo diktat, esclusioni, veti o percorsi diversi da quello tracciato dai vertici nazionali, regionali e provinciali dei partiti della coalizione. Siamo pronti ad individuare una sintesi politica su programmi e candidato a sindaco, di cui abbiamo alcune proposte e una rosa di tre nomi da mettere sul tavolo del confronto. Come, tra l’altro, siamo anche dell’idea che il candidato a sindaco possa essere scelto attraverso lo strumento delle primarie, di cui non temiamo la competizione.”

“Ricordo – dice il Responsabile provinciale ‘enti Locali’ di FDI - le tante sconfitte elettorali del Centrodestra negli ultimi anni, che hanno consegnato la città di Senigallia nelle mani di una politica oggi sottoposta, ad esempio, a ben due procedimenti penali con accuse e ipotesi di reato particolarmente pesanti. Questo non deve più accadere. In questo momento, tutta la sinistra è in difficoltà, spezzata da un’alleanza innaturale, quella con i 5Stelle, oramai ridotti ai minimi termini, e, nelle Marche, è agonizzante alla luce delle vicende giudiziarie di Ancona, in cui il ‘modello amministrativo PD’ ha finito la sua corsa.

A Senigallia, invece, il PD e la sinistra estrema hanno la piena responsabilità di aver condotto la città in un anonimato surreale, in cui tutto si è fermato, dall’economia alla cultura. Chiunque dovesse essere il candidato a sinistra, non ci preoccuperebbe. Anche perché il PD e la sinistra sono stati corresponsabili delle scelte politiche ed amministrative, che hanno distrutto Senigallia negli ultimi vent’anni”.

“Per la nostra città – conclude Massimo Bello - l’unica alternativa e la vera sfida possibile sono Fratelli d’Italia, il Centrodestra e quei gruppi civici organizzati, che hanno per davvero avversato e combattuto lo strapotere e l’arroganza delle ultime Amministrazioni a guida PD.

Di fronte all’eventuale candidatura di Fabrizio Volpini, di Dario Romano o di altri ‘compagni di partito’, l’unica alternativa concreta è quella di contrapporre, ad esempio, una figura della società civile di alto valore morale, che ha dato prova a tutti, negli anni, di aver avuto il coraggio, la competenza e, soprattutto, l’onestà intellettuale di contrastare il ‘sistema di potere’ senigalliese, che fin qui ha governato la città.

Questa, ovviamente, è solo una proposta, sulla quale siamo pronti al confronto, come siamo disponibili a discuterne altre. Le diatribe da cortile, comunque, non ci interessano. Come non ci interessano gli accorati ‘appelli’ di chi parla a titolo personale o quelli di chi forse persegue obiettivi diversi dai nostri. Fratelli d’Italia è pronta al dialogo con chi ha davvero a cuore le sorti della città, ma soprattutto è pronta a confrontarsi nelle sedi opportune con i suoi naturali alleati, a cominciare dalla Lega e da Forza Italia. Poi, il dialogo con quei gruppi civici, che siano per davvero un concreto valore aggiunto. Non a parole, ma nei fatti”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2019 alle 16:37 sul giornale del 15 novembre 2019 - 769 letture

In questo articolo si parla di politica, fratelli d'italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcM7





logoEV
logoEV