VL Pesaro: è caccia alla prima vittoria

4' di lettura Senigallia 12/11/2019 - C'e una squadra che nella Serie A di basket 2019/2020 non ha ancora trovato la vittoria: la Vl Pesaro di coach Perego, tecnico alla prima esperienza da capo allenatore e a lungo vice di Andrea Trinchieri.

Nelle prime sette giornate di questo campionato i marchigiani hanno soltanto perso e viaggiano da soli all'ultimo posto alle spalle di Pistoia, Cremona e Trieste. Ma le ultime gara contro Treviso e Trento hanno dimostrato che i mezzi per risalire ci sono tutti e che la strada intrapresa è quella giusta.

Dopo un inizio arrembante che aveva illuso il pubblico pesarese, la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro è incappata contro Treviso, diretta concorrente per la salvezza, nella sesta sconfitta stagionale. A condannare Mussini e compagni il blackout a inizio terzo quarto che ha consentito alla De Longhi di prendere il largo e non mollare più il vantaggio. Non sono mancati, però, i segnali positivi. In primo luogo le prestazioni di Barford e Chapman, ultimi arrivati ma già perfettamente a loro agio nel ruolo di primo e secondo violino offensivo.

Il primo dopo un anno di G-League è alla prima esperienza oltre oceano ma viaggia già a 16.8 punti, 3.7 rimbalzi e 3.3 assist a partita con unica nota negativa la percentuale al tiro su azione. Clint Chapman, invece, ha scelto proprio l'Italia per completare la sua carriera da giramondo e alla soglia dei trent'anni sembra aver trovato finalmente la maturità fisica e tecnica: per lui le statistiche parlano di 18.8 punti e 6.5 rimbalzi di media in quattro gare giocate. Buona parte delle chance salvezza di Pesaro passeranno dalle loro mani.

Vittoria sfiorata anche nella gara casalinga contro la Dolomiti Energia in cui i ragazzi di Perego, guidati ancora da Barford e Champman (rispettivamente a quota 29 e 26 punti) hanno costretto i ben più quotati avversari all'overtime. Nei cinque minuti finali, però, è emersa la classe di Justin Knox e Andrea Mezzanotte e l'inesperienza dei marchigiani, incapaci di rispondere alle folate dello statunitense e del giovanissimo azzurro.

La gara contro Treviso e Trento, oltre ad aver messo in mostra le doti dei due americani, ha dato qualche segnale incoraggiante, con i marchigiani per la prima volta in stagione a un passo dai due punti

La speranza di tutto l'ambiente pesarese è che la voglia e la carica agonistica messe in campo nelle ultime due uscite possano dare la scintilla per iniziare a mettere in cascina punti salvezza. Le occasioni per sbloccare finalmente la casella delle vittorie non mancheranno. Dopo aver ospitato Trento i pesaresi faranno visita alla Virtus Roma, in un match che si preannuncia estremamente combattuto. Vincere con una rivale diretta per la salvezza potrebbe significare svolta per una squadra tutta nuova ma che non ha più tempo per affinare i meccanismi e la chimica.

Al momento la rivoluzione estiva non sembra aver pagato i dividendi sperati. Dei giocatori in rosa lo scorso anno è rimasto il solo Simone Zanotti mentre hanno lasciato le Marche i protagonisti dell'ultima salvezza come Blackmon, McCree e Murray. Al loro posto sono arrivati molti giovani in cerca della definitiva consacrazione, a cominciare da quel Federico Mussini che dopo l'esperienza a St John's e il ritorno in Italia a Reggio Emilia ha scelto Pesaro per svestire i panni del comprimario e affermarsi come stella nazionale di prima grandezza. A comporre uno dei roster più giovani del campionato anche il classe 2000 Miaschi, Leonardo Totè e Paul Eboua, giovane di scuola Stella Azzurra Roma che ha già attirato le attenzioni degli scout NBA nelle ultime stagioni.

Una folta pattuglia italiana che fin qui si è ben comportata ma che ha bisogno di avere accanto uomini di esperienza per rendere al meglio. Per questo motivo la dirigenza della Carpegna Prosciutto si sta già muovendo sul mercato. L'obiettivo è quello di sostituire Zach Thomas, mai pienamente convincente in questo avvio di campionato, con un'ala straniera dalle spiccati doti offensive e in grado di colpire con continuità dalla distanza.






Questo è un articolo pubblicato il 12-11-2019 alle 16:34 sul giornale del 12 novembre 2019 - 112 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcHW