Impianto rifiuti, 'Facciamo Eco' in Commissione Consiliare: "Disgustati. Qualcuno ha timore di accertare la verità?"

3' di lettura Senigallia 06/11/2019 - Martedì siamo stati convocati nella Commissione Consiliare del Comune di Senigallia per parlare della necessità di un impianto di trattamento rifiuti, che l’Amministrazione Comunale vorrebbe installare in Città. Ciò dopo che la nostra protesta ha costretto la Eco Demolizioni srl a ritirare quel progetto.

Lo spettacolo che alcuni Commissari hanno posto in essere come Cittadini ci ha disgustato!

Ci ha disgustato, perché prima della riunione i Commissari sarebbero dovuti entrare per le verifiche del caso nell’area comunale, ove attualmente Eco Demolizioni gestisce il trattamento dei rifiuti spiaggiati, ma nessuno li ha fatti entrare.

Ci ha disgustato, perché il rappresentante legale della Eco Demolizioni presente in Commissione ha ammesso che l’Amministrazione comunale non ha autorizzato l’accesso all’area, nonostante a richiederlo siano stati i Commissari che sono Consiglieri Comunali.

Ci ha disgustato, perché seppur invitati a parlare tramite un nostro rappresentante, da noi individuato nell’avv. Corrado Canafoglia, alcuni commissari hanno tentato con ogni argomento anche giuridico di impedire al nostro legale di interloquire.

Ci ha disgustato perché solo la capacità, la calma e la determinazione del nostro avvocato gli ha consentito di parlare.

Ci ha disgustato perché di fronte a domande precise dell’avv. Canafoglia al rappresentante di Eco Demolizioni e soprattutto alle risposte di costui, alcuni commissari di maggioranza hanno abbandonato la sala, facendo venire meno il numero legale ed impedendo il prosieguo della riunione.

Ci ha disgustato perché quelle domande, non solo erano pertinenti, ma dovevano essere poste dai Commissari.

Ci ha disgustato perché un Commissario ha definito “tribuno della plebe” il nostro legale, senza aver poi il coraggio di ripetere l’epiteto ai microfoni.

Ci ha disgustato perché con quell’epiteto quel consigliere comunale di un partito di centro sinistra non ha offeso tanto l’avv. Canafoglia, quanto noi cittadini definiti “plebe”.

Ci ha disgustato perché in un così importante incontro abbiamo registrato l’assenza del Sindaco e del Dirigente Ing. Gianni Roccato.

Ma oltre al disgusto in noi serpeggia un dubbio sul perché non sia stato consentito l’accesso a dei consiglieri comunali in un’area comunale, ma soprattutto sul perché alcuni consiglieri comunali hanno abbandonato la commissione dopo che prima hanno tentato di impedire al nostro Tribuno di porre domande scomode, ma soprattutto dopo il contenuto delle risposte di Eco Demolizioni.

Intanto però Eco Demolizioni con le sue risposte , sollecitate grazie al Tribuno Corrado Canafoglia, ha smentito i presupposti della necessità di ogni impianto come invece prospettata dall’Amministrazione Comunale.

Noi ora continuiamo più determinati di prima nella ricerca della verità, ma una richiesta pubblica la rivolgiamo a quel consigliere comunale: abbia il coraggio di porgere scuse pubbliche al nostro legale ed a noi per aver definito l’avv. Canafoglia tribuno della plebe e noi “plebe”, nella speranza di ridurre quella distanza siderale che esiste tra i cittadini ed un certo modo di fare politica!

Un dubbio però ci sta prendendo: qualcuno ha forse timore di accertare la verità su una vicenda così importante per la Città?

Da Comitato Senigallia Facciamo Eco






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-11-2019 alle 17:29 sul giornale del 07 novembre 2019 - 2499 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, comitato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcuW





logoEV
logoEV