L'ex Politeama Rossini verso la demolizione: Mangialardi, "Nessuna ricostruzione, ci sarà un giardino"

2' di lettura Senigallia 04/11/2019 - L'ex Politeama Rossini sta per lasciare spazio ad un grande giardino. Il futuro di quel che resta dello storico edificio adiacente la Rocca Roveresca è arrivato ad una svolta. Il Comune è pronto ad abbattere il vecchio rudere per cancellare definitivamente le volumetrie esistenti.

Dopo il fallimento dell'impresa, della finanziaria e della banca legata alla riqualificazione, l'ex Politeama Rossini è un altro di quei cantieri incompiuti. I lavori, da parte della proprietà (un pool di imprese), si sono fermati da anni per via del default economico in cui la stessa è incappata. Da allora l'edificio è sempre più fatiscente e in degrado, oltre che pericoloso perchè inagibile. Una riqualificazione ferma al palo che però ora sta per sbloccarsi grazie all'intervento del Comune. Uno scambio di missive tra il sindaco Maurizio Mangialardi e il Ministro per la Cultura Dario Franceschini dà il via libera all'abbattimento dell'ex Politeama. Ma non solo. Il Comune ha già avviato un progetto di riqualificazione dell'area che prevede la cancellazione delle volumetrie ora esistenti per lasciare spaio ad un'area pubblica verde.

“Ho scritto al Ministro Franceschini per verificare la possibilità di eliminare quel manufatto senza riproporre alcuna costruzione perchè un ingombro di quella portata non può avere più alcun futuro -annuncia il sindaco Mangialardi- l'ex Politeama Rossini ha una destinazione d'uso vincolata (ad uso uffici e terziario ndr) che non cambieremo mai per farci, ad esempio appartamenti, e per una struttura così imponente in quel posto non ci sono prospettive”. Il Ministro Franceschini non solo ha risposto positivamente al Comune aprendo all'ipotesi presentata dal primo cittadino ma anche dato mandato alla Soprintendenza di incontrare Mangialardi per tutti i dettagli.

“Senza più un ingombro in quell'area sarà possibile realizzare un grande giardino, speculare ai giardini Catalani, con un adeguato accesso al parterre della Rocca e con la possibilità di una valorizzazione adeguata del bastione San Sebastiano”. Il progetto al vaglio del comune sarebbe il migliore possibile. “Un parcheggio in quell'area? Anche no! Come si possono immaginare automobili alla Rocca e neanche nuovi appartamenti -precisa Mangialardi- il valore dell'immobile dell'ex Politeama è crollato, noi non cambieremo la destinazione d'uso e dunque non ci sono altre prospettive. Il progetto che stiamo elaborando rappresenta invece una grande occasione di rigenerazione urbana. Appena avremo l'ok dalla Soprintendenza siamo pronti con una variante al prg per cancellare i volumi esistenti che non saranno recuperati in nessun'altra area a beneficio di spazi pubblici verdi e all'aperto”.






Questo è un articolo pubblicato il 04-11-2019 alle 05:58 sul giornale del 05 novembre 2019 - 7868 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcmz





logoEV
logoEV