Co’ magnam stasera? Brasato con montefalco sagrantino

1' di lettura Senigallia 30/10/2019 - Il brasato è un secondo piatto di carne importante pur nella sua relativa semplicità d'esecuzione. “Di solito per il brasato – spiega Giordano Rossi della Cantina Fongoli di Montefalco, in Umbria - si usa il classico barolo ma l’idea di Andrea e Francesca di realizzarlo con un nostro vino mi è piaciuta molto.

Il Fracanton è un vino biologico lavorato in anfora, con lunga maturazione in botti grandi senza solforosa aggiunta, forte ed elegante, ottenuto dalla fermentazione spontanea di uve sagrantino 100%. Le uve raccolte a mano nella seconda metà di ottobre provengono da un vigneto di oltre 40 anni”. “12 ore di marinatura e 3 ore di cottura – interviene Andrea Celidoni - non sono poche ma in realtà è facile realizzarlo: basta seguire il nostro video.

Tagliato a fette e servito con la sua salsa noi lo abbiamo abbinato a delle erbe di campo ripassate in padella: una carne “preziosa” vicino a delle erbe “povere” è un abbinamento che ci piace. Ringraziamo anche questa volta l’Enoteca Galli non solo per il vino fornitoci ma per averci presentato questa cantina che sicuramente andremo a trovare per realizzare qualcosa lì!”.

Le ricette che i nostri amici pubblicheranno le potrete trovare oltre che nella rubrica in home page, anche seguendo il canale Youtube, o la pagina Facebook o il profilo Instagram di "Co' Magnam Stasera?".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2019 alle 09:25 sul giornale del 31 ottobre 2019 - 542 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bceC

Leggi gli altri articoli della rubrica Co’ magnam stasera?





logoEV
logoEV