Sospesa l'attività di un locale sulla Bruciata: non rispettava la normativa di sicurezza e prevenzione incendi

polizia notte 2' di lettura Senigallia 20/10/2019 - Nella serata di venerdì, personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Senigallia, congiuntamente personale del Comando Vigili del Fuoco di Ancona e dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Ancona, è stato impegnato in mirate attività di controllo nei confronti di alcuni locali pubblici operanti sul territorio di Senigallia e Montemarciano nel settore dell’intrattenimento notturno.

Tali controlli si inseriscono nell’ambito delle più ampie attività di controllo, svolte dagli Uffici, finalizzate alla complessiva verifica sul rispetto delle prescrizioni in materia di sicurezza dei locali pubblici in cui si svolgono attività sottoposte al rilascio della licenza conforme alla normativa imposta dal testo unico di pubblica sicurezza, nonché in materia di tutela dei lavoratori.

In particolare, le attività di controllo effettuate hanno riguardato tre locali pubblici con riferimento al possesso delle autorizzazioni amministrative previste per l’esercizio delle rispettive attività, l’osservanza in materia di prevenzione incendi, con particolare riferimento al possesso della documentazione e degli apparati richiesti in materia antincendio, ed, infine la regolarità della posizione dei lavorativa dei dipendenti occupati.
Nel corso dei controlli sono state identificate complessivamente circa 100 persone, tra il personale lavorante ed i clienti dei rispettivi locali.

All’esito degli approfondimenti effettuati sono emerse gravi carenze a carico di uno dei locali controllati, l'ex Snoopy, da anni presente nel settore dell’intrattenimento notturno, situato in zona strada della bruciata di Senigallia.
In particolare, sono emerse gravi carenza sia sotto il profilo autorizzatorio che in materia di prevenzione incendi.

In concreto si è accertato, da un canto, che il locale esercitava l’attività di pubblico spettacolo utilizzando un titolo difforme da quello tassativamente previsto dalla vigente normativa in materia di pubblica sicurezza, anche in relazione alla capienza massima prevista di spettatori.

D’altro canto, molto gravi sono state le carenze riscontrate dal personale dei Vigili del Fuoco che, nel corso delle verifiche, hanno accertato importanti ed insuperabili carenze in materia di prevenzione incendi, con carenze di documentazione prevista dalla vigente normativa, nonché mal funzionamenti di diversi dispostivi di sicurezza.
Per quanto attiene ai profili di competenza in materia lavoristica, il personale dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro ha effettuato una approfondita verifica sulla posizione dei lavoratori, riservandosi ulteriori accertamenti laddove dovessero emergere situazioni di irregolarità.

Le gravi violazioni riscontrate hanno dunque determinato la necessità che venisse imposta la sospensione dell’attività al gestore che pertanto non potrà più proseguire l’attività, salvo avviare le procedure per la regolarizzazione della posizione in materia di prevenzione incendi ed autorizzatoria.

Tali attività di verifica, costantemente svolta dagli organi di controllo, proseguiranno in modo incessante al fine assicurare che le attività svolte all’interno dei locali pubblici si svolgano nell’osservanza della disciplina vigente, in materia di pubblica sicurezza, predisposta a tutela della incolumità degli avventori, nonché a tutela della sicurezza dei lavoratori impiegati evitando forme di sfruttamento o di impiego irregolare.






Questo è un articolo pubblicato il 20-10-2019 alle 15:37 sul giornale del 21 ottobre 2019 - 9037 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbSc





logoEV
logoEV