Montemarciano: condannato per ricettazione commessa nel 2009. Arrestato dai Carabinieri

1' di lettura 16/10/2019 - Martedì pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Montemarciano hanno arrestato un 44enne, residente in quel comune, in esecuzione di una ordinanza dal Tribunale di Pesaro, perché resosi responsabile del reato di ricettazione.

I fatti risalgono al 2009, quando all’interno di un pub di Fano erano stati rubati due capi di abbigliamento ed un telefono cellulare, per un valore complessivo di 1.300 euro. La vittima del furto aveva sporto denuncia presso il Commissariato di Fano, e i successivi accertamenti avevano consentito di rintracciare il cellulare nella disponibilità dell’uomo di Montemarciano, che era stato quindi denunciato per ricettazione.

Da lì è iniziato per lui l’iter giudiziario, che lo ha portato davanti al Giudice del Tribunale di Fano, il quale lo ha condannato per il reato di ricettazione. L’uomo era stato successivamente affidato in prova ai servizi sociali, ma questa misura non è bastata a dichiarare espiata la pena. Pertanto il Tribunale ha emesso una ordinanza per l’espiazione della pena residua, pari a 6 mesi di reclusione, che l’uomo dovrà scontare presso la propria abitazione di Montemarciano, a cui si aggiunge una multa di 200 euro.






Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2019 alle 13:53 sul giornale del 17 ottobre 2019 - 576 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, montemarciano, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbIQ