“La Città che Vogliamo": dal mondo cattolico le nuove proposte per i futuri candidati sindaco

2' di lettura Senigallia 09/10/2019 - Si chiama “La Città che Vogliamo" ed è il nuovo progetto lanciato dalla diocesi di Senigallia in vista delle amministrative 2020. Un po' come avviene nell'ambito della politica vera e propria, anche il mondo cattolico si mobilita per raccogliere le istanze dei cittadini e presentarle ai futuri candidati sindaci. Il tutto partendo da un principio molto in voga, quello della “partecipazione” dal basso.

“Il progetto è un tentativo concreto di democrazia partecipativa dal basso promosso dalla diocesi di Senigallia -spiegano i promotori la Pastorale sociale e del lavoro e la Caritas Diocesana- ed aperto a tutti, credenti e non credenti; usando i metodi sperimentati della partecipazione vuole stimolare tutti i cittadini di Senigallia ad esprimere il proprio parere sognando una nuova città (infrastrutture, lavoro, accoglienza, cultura, salute, economia circolare ecc... ) senza alcuno schema prefissato, ma partendo dalle esigenze ed a volte contraddizioni della vita e dei pensieri reali di tutti i giorni”.

Il percorso che prende avvio venerdì proseguirà, in più tappe, fino al prossimo mese di gennaio. “Pensiamo che il cammino della partecipazione sia intrinsecamente educativo e rivolgiamo il nostro invito non agli addetti ai lavori ma a tutti i giovani ed adulti che hanno la passione nel cuore per il proprio territorio, sapendo che le elezioni saranno una occasione di rinnovamento della città” -aggiungono i promotori. La presentazione del progetto sarà vene alle ore 18,00 presso gli uffici della Curia. Parteciperanno tra gli altri, don Mimmo Natale, che illustrerà questo nuovo metodo già applicato nella città di Altamura, don Paolo Gasperini, vicario per la Pastorale, e Giovanni Bomprezzi, direttore Caritas. L'appuntamento successivo sarà domenica 20 ottobre dalle 16,30 alle 19 alla scuola Marchetti su “La mappa delle idee”. Si prosegue venerdì 8 novembre dalle 21 alle 22,30 sempre alla scuola Marchetti con “I tavoli di lavoro” in cui si discuteranno le idee più votate. Il 15 novembre, dalle 18 “Le idee prendono corpo” per arrivare a gennaio con la consegna delle idee ai candidati sindaco.

Non è la prima volta che la curia mostra una particolare sensibilità politica nel farsi strumento di collegamento tra le istanze dei cittadini e le istituzioni. Il vescovo mons. Franco Manenti ha organizzato più volte incontri sia con gli amministratori che con gli impreditori. L'ultimo incontro è stato a gennaio quando il tema scelto dal vescovo è stato quello, come suggerito dallo stesso Papa Francesco, de “La buona politica è al servizio della pace”.








Questo è un articolo pubblicato il 09-10-2019 alle 15:20 sul giornale del 10 ottobre 2019 - 3519 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbqP





logoEV
logoEV