Tre primari in pensione: Volpini, "Già aperti i bandi per i nuovi incarichi". Pronta la nomina di pediatria

2' di lettura Senigallia 01/10/2019 - Due primari lasciano l'ospedale di Senigallia e da dicembre diventeranno tre. Dal 1° ottobre sono scattati i pensionamenti per professionisti che per anni sono stati il punto di riferimento di reparti strategici del presidio ospedaliero senigalliese.

A lasciare il timone del reparto di Ostetricia e Ginecologia, l'unico nelle Marche ad aver registrato un aumento delle nascite nell'anno passato, è il dottor Nevio Chester mentre il dottor Angelo Cavicchi lascia la guida del reparto di Chirurgia. Ma non finisce qui. Dal 1° dicembre ad andare in pensione sarà anche il dottor Diego Cingolani, primario del reparto di Rianimazione. Tre reparti strategici che grazie all'operato dei tre illustri professionisti hanno raggiunto alti livelli, per qualità delle prestazioni e dei servizi erogati, e che ora non possono permettersi di restare “scoperti”.

La preoccupazione degli operatori e anche dei cittadini è che l'Asur non provveda in tempi celeri alla sostituzione dei primariati vacanti e che, come sta accadendo per Fisiatria, i reparti, anche se riconosciuti come Unità Complesse all'interno dell'area vasta 2, restino senza una guida. A rassicurare sulle nuove nomine dei tre primariati è però il presidente della Commissione Regionale Sanità Fabrizio Volpini.

“Rispetto alle nomine di quelli che saranno i nuovi primari dei reparti di Chirurgia, Ostetricia e Ginecologia, e Rianimazione mi sento di tranquillizzare tutti perchè l'Asur ha già pubblicato (e dunque sono in corso) i bandi pubblici per la copertura dei tre posti apicali -afferma Volpini- e dunque i tempi per le successive nomine non dovrebbero tardare”. Buone notizie per il reparto di Pediatria, rimasto orfano di primario dopo il pensionamento della dottoressa Luciana Migliozzi nel maggio del 2018. “Nel caso di Pediatria il concorso si è già concluso -aggiunge Volpini- è pronta la terna di nomi e tra questi il direttore generale dell'Area Vasta 2 dovrò provvedere con la nomina del nuovo primario, quindi direi che è veramente questione di poco”.

Non si muove invece ancora nulla sul fronte della Fisiatria, dove l'Asur non ha ancora provveduto neanche a bandire il concorso. Rispetto invece alla presenza di un “facente funzioni” al posto di un primario nei reparti di Otorino, Laboratorio Analisi, Oculistica, Radiologia, Volpini ricorda che “le unità complesse di questi reparti non sono all'ospedale di Senigallia” ma nelle altre strutture di Jesi o Fabriano.






Questo è un articolo pubblicato il 01-10-2019 alle 09:54 sul giornale del 02 ottobre 2019 - 6624 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ba03





logoEV
logoEV