Inizio della scuola: la Polizia locale raccomanda il rispetto delle regole per il trasporto dei minori

polizia locale generico 2' di lettura Senigallia 18/09/2019 - In occasione dell’inizio della scuola, la Polizia Locale ricorda agli accompagnatori degli studenti alcune norme che sono fondamentali per la sicurezza dei nostri giovanissimi.

Molto spesso gli agenti, che sono impegnati nel servizio di vigilanza e viabilità davanti alle scuole, vedono comportamenti scorretti da parte dei genitori e accompagnatori che trasportano i bambini fino alla scuola o che li vanno a riprendere in orario di uscita. Anche durante quest’anno scolastico, come negli anni scorsi, saranno predisposti alcuni servizi mirati per prevenire ed eventualmente sanzionare tali illeciti.

I controlli saranno volti a garantire la sicurezza della circolazione stradale, in particolare dei cosiddetti utenti deboli della strada, quali bambini trasportati sui veicoli, pedoni e ciclisti. Spesso si verifica, infatti, che i ragazzi di altezza superiore a m.1.50 non allacciano la cintura di sicurezza o, se più bassi, non utilizzano i seggiolini adeguati al loro peso e altezza, oppure li utilizzano in modo scorretto. I conducenti si giustificano talvolta dicendo che si tratta solo di un tragitto molto breve, senza tener conto che l’incidente stradale e la frenata brusca possono capitare in qualsiasi momento, anche a pochi metri da casa.

La Polizia Locale è impegnata dallo scorso anno in una campagna informativa rivolta ai genitori per divulgare le norme del codice della strada che regolano il trasporto dei minori e anche in questi mesi saranno organizzati incontri su questo aspetto della sicurezza stradale. I bambini di statura inferiore a m. 1,50 devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta, il cosiddetto seggiolino, adeguato al loro peso ed omologato.

Anche sugli scuolabus, che siano provvisti dei sistemi di sicurezza, è obbligatorio l’uso delle cinture quando i bambini sono seduti. Sono esentati, invece, i passeggeri dei bus che prevedono posti in piedi, adibiti al trasporto locale, che circolano in zona urbana. Il Codice della Strada prevede sanzioni che vanno da € 83,00 a 333,00 e la decurtazione di 5 punti dalla patente del conducente (se è l’unico adulto presente, tenuto alla sorveglianza del minore). E’ prevista, inoltre, la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi, nel caso in cui sia la seconda infrazione dello stesso genere nell’arco di due anni. E’, inoltre,vietato trasportare su un ciclomotore o motociclo un bambino di età inferiore ai 5 anni. In questo caso la sanzione va da € 165,00 a 661,00.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2019 alle 09:55 sul giornale del 19 settembre 2019 - 704 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia locale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baID





logoEV