Roma: omicidio Di Pietrantonio, ergastolo per l'ex fidanzato

1' di lettura Senigallia 11/09/2019 - È stato condannato all'ergastolo Vincenzo Paduano, l'ex guardia giurata che uccise e diede alle fiamme l'ex fidanzata Sara Di Pietrantonio nel maggio 2016, nel quartiere della Magliana a Roma.

Lo ha deciso la Corte d'Appello di Roma al termine del nuovo processo di secondo grado deciso dalla Cassazione. Paduano era stato condannato all'ergastolo nel procedimento di primo grado, ma in appello la pena venne ridotta a 30 anni perché si ritenne il reato di stalking assorbito in quello di omicidio. La procura generale fece ricorso e la Suprema Corte dispose un nuovo processo d'appello per rideterminare la pena.

Paduano uccise la 22enne Sara Di Pietrantonio la notte del 29 maggio di tre anni fa. I due si erano lasciati da circa un mese dopo essere stati insieme per due anni. L'uomo non aveva accettato la fine della relazione ed aveva iniziato a perseguitarla.

La notte del delitto, secondo quanto ricostruito al processo, Paduano lasciò il posto di lavoro mentre era di turno come vigilantes per andare ad appostarsi sotto casa del ragazzo che la 22enne aveva iniziato a frequentare. Aspettò che lei riportasse a casa il ragazzo, poi la seguì. In via della Magliana la speronò con l'auto costringendola a fermarsi. Dopo una violenta discussione la strangolò, poi diede alle fiamme l'auto con lei all'interno. Le indagini puntarono subito verso l'ex fidanzato che, una volta arrestato, confessò l'omicidio.






Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2019 alle 18:01 sul giornale del 12 settembre 2019 - 514 letture

In questo articolo si parla di cronaca, roma, omicidio, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bauy





logoEV
logoEV