5 anni di Cagliari Club “Marche RossoBlu”: tra stadio e cene, l’amicizia al primo posto

3' di lettura Senigallia 20/08/2019 - Quinto anniversario per il Cagliari Club “Marche RossoBlu”, che ha già festeggiato in occasione della tradizionale cena sociale di fine/inizio stagione. In poche righe cerchiamo qui di trasmettere quanta passione ci ha caratterizzato fin da subito.

Era il 20 agosto 2014 quando Luca Belli, Luigi Gilio e Niccolò Staccioli si incontrarono in un circolo di Ancona per dare vita al fan club della squadra isolana. Un sardo e due marchigiani, una ‘composizione’ che riflette anche quella attuale, in cui tra gli oltre 60 soci compaiono infatti sia sardi stabilitisi nella nostra regione che marchigiani doc.

Da allora la partecipazione è cresciuta in maniera esponenziale: nonostante sia impegnativa la gestione di un gruppo che comprende tutte le Marche – e a maggior ragione di un fan club di una squadra con un’identità regionale così fortemente marcata e prevalentemente entro i propri confini – non ci siamo mai fermati. E le numerose iniziative di questi primi 5 anni lo dimostrano.

Il primo anno ha visto momenti calcisticamente travagliati, essendo coinciso, al termine della stagione sportiva, con la retrocessione della squadra in Serie B. Ma il fervore della fase embrionale del club che via via stava prendendo forma ha sicuramente prevalso.

L’anno successivo è stato quello delle prime volte: le prime trasferte ‘ufficiali’, con le mete della serie cadetta più vicine che hanno contribuito ad una partecipazione maggiore e più comoda; quella di molti soci che hanno vissuto l’atmosfera dello stadio dal vivo per la prima volta in assoluto; la possibilità di incontrare di persona allenatore, giocatori e tutto lo staff della squadra in hotel prima delle partite, situazione quasi impensabile prima al di fuori del club.

La stagione ancora seguente, dopo l’immediato ritorno nella massima serie, ha consentito di assaporare anche l’erba dei campi di Serie A (anche in tal caso, per molti, per la prima volta).

Ma il nostro gruppo non si ferma soltanto all’organizzazione delle trasferte allo stadio. Le cene, in particolare, rappresentano il momento di maggior partecipazione.

Abbiamo avuto l’onore di condividere un tavolo con campioni attuali – come Federico Melchiorri, a suo tempo attaccante del Cagliari e rappresentante delle Marche nella squadra, essendo di Treia – e del passato – come Nello Malizia, transitato al Cagliari per una sola stagione ma rimasto affezionato ai colori rossoblù, oltre che anch’egli legato alle Marche, avendo vissuto fin da piccolo a Potenza Picena.

Il Cagliari Club “Marche RossoBlu” non è solamente un veicolo del tifo di gruppo, ma una maniera di vivere una fede calcistica come condivisione di valori e confronto di culture. Senza tutto questo non sarebbe nata un’amicizia quotidiana ‘allargata’ (sì, abbiamo anche noi un gruppo WhatsApp che risuona notifiche da Pesaro a Civitanova, da Senigallia a San Benedetto, tra barzellette e video, tra notizie e confronti tra dialetti!).

Per qualsiasi informazione è possibile contattare i membri del direttivo direttamente dalla pagina Facebook ufficiale del club, tramite messaggio.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-08-2019 alle 19:24 sul giornale del 21 agosto 2019 - 399 letture

In questo articolo si parla di fano, sport, belvedere ostrense, ostra, senigallia, calcio, marche, cagliari, cagliari calcio, trecastelli, cagliari club, cagliari clubs, cagliari club marche, cagliari club marche rossoblu, cagliari club "marche rossoblu"

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0Rt





logoEV
logoEV