Via libera dalla Cassazione: torna il Tutor in autostrada

1' di lettura Senigallia 16/08/2019 - Il Tutor, il sistema di controllo della velocità media gestito dalla Polizia stradale, verrà a breve riattivato nelle autostrade italiane.

La Cassazione ha infatti ribaltato la sentenza della Corte d'Appello di Roma dell'aprile 2018 che aveva imposto lo spegnimento del sistema per violazione della proprietà intellettuale di un'azienda. A darne notizia è lo stessa Aspi - Autostrade per l'Italia, che ha annunciato di aver già riattivato le squadre per la reinstallazione del sistema.

"La sentenza della Cassazione - spiega la nota di Aspi - dimostra la correttezza del comportamento di Autostrade per l’Italia e la non brevettabilità di sistemi matematici noti, facendo giustizia delle accuse rivolte alla società e riprese anche da alcune popolari trasmissioni televisive".

Il sistema Tutor, installato nelle tratte a maggior rischio di eccesso di velocità, copriva 2.500 km di autostrade e aveva permesso di ridurre l'incidentalità mortale sulle stesse tratte del 50%. Lo scorso anno la società lo aveva sostituito con un sistema alternativo che aveva coperto circa 400 chilometri. Aspi, in coordinamento con la Polizia Stradale, conta di poter riattivare il Tutor su circa mille km di tratte entro i giorni del controesodo.






Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2019 alle 17:05 sul giornale del 17 agosto 2019 - 887 letture

In questo articolo si parla di attualità, autostrada, polizia stradale, marco vitaloni, tutor, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0K8





logoEV
logoEV