Senigallia: Controlli straordinari: inseguiti con l'elicottero due bulgari, denunciate quattro persone e ritirate due patenti

4' di lettura Senigallia 20/07/2019 - Fine settimana di intensa attività per il personale del Commissariato di Polizia di Senigallia coordinato dal vice questore aggiunto Agostino LIcari che insieme al personale del reparto prevenzione crimine di Perugia e Polizia Stradale di Ancona è stato impegnato in serrati servizi di controllo diretti alla prevenzione di reati in special modo quelli predatori ed in generale ad assicurare la sicurezza pubblica delle tante persone, cittadini e turisti, presenti in città

I servizi, secondo quanto disposto dal Questore di Ancona, nell’ambito delle intensificate attività di controllo sulla fascia costiera, hanno visto l’impiego di 14 equipaggi e 35 operatori di Polizia che hanno consentito di sottoporre a controllo 225 veicoli e 135 persone, alcune delle quali pregiudicate.

Le attività di controllo del territorio sono state svolte anche con l’ausilio del personale del reparto Volo di Pescara che, in questi 3 giorni, ha assicurato una costante vigilanza sui cieli di Senigallia in stretta collaborazione con il personale impiegato, in special modo , su strada. Nel corso delle attività, è giunta una chiamata alla Sala Operativa che segnalava la presenza in zona Cesanella (dove qualche giorno fa si era verificato un tentativo di furto in appartamento) di una macchina con due persone a bordo che transitava per le vie e si fermava in prossimità della abitazioni. Immediatamente gli equipaggi in servizio si sono portati sul luogo indicato e contestualmente anche il personale dell’elicottero della Polizia è stato allertato. Dopo pochissimi secondi gli agenti dall’alto hanno notato il veicolo transitare per via Mattei direzione centro città per poi imboccare la statale 16 e dunque hanno fornito le coordinate agli agenti del Commissariato che, dopo poco, hanno intercettato il mezzo fermandolo. Gli agenti hanno accertato che era un’auto con targa bulgara, all’interno della quale c'erano due giovani, M.I di 30 anni, e A.M. di 21 anni. Entrambi, di origine bulgara, risultavano essere pregiudicati per reati contro il patrimonio ed uno di essi era anche ricercato per precedenti furti commessi in Toscana. I due sono stati condotti in Commissariato e successivamente allontanati dalla città.

Durante le attività di controllo, gli agenti giunti in via Fiorini hanno notato transitare un furgone con un uomo alla guida e gli hanno intimato l’alt. L’uomo, Y.G. pakistano di 45 anni domiciliato in provincia di Pesaro, ha esibito i documenti del veicolo ed i suoi personali. Gli agenti hanno effettuato un accertamento e, con riferimento alla patente di guida pakistana, hanno notato delle incongruenze; pertanto hanno condotto il soggetto in Commissariato dove hanno avviato gli approfondimenti da cui è emerso che il documento esibito era falso poiché rilasciato ad un altro cittadino pakistano e risultava esser stato illegalmente validato per la guida in Italia tramite una dichiarazione rilasciata da terzo cittadino pakistano. Gli agenti dunque hanno denunciato per uso di atto falso il cittadino pakistano trovato alla guida e hanno sequestrato il furgone che è stato poi affidato ad un altro cittadino pakistano, N.S. di 46 anni, il quale, però, risultava essere colui il quale, al tempo, aveva dichiarato la conformità della patente di guida pakistana. Stante l’accertata falsità della dichiarazione, anche quest’altro cittadino pakistano è stato denunciato per falsità ideologica e la patente sequestrata.

I controlli effettuati congiuntamente alla Polizia Stradale di Ancona hanno inoltre consentito di rintracciare e sanzionare due conducenti trovati alla guida in stato di ebbrezza. Nel primo caso si è trattato di un giovane neo patentato trovato con un tasso di circa 0,5 g\l .secondo la vigente normativa gli agenti hanno elevato la contestazione e ritirato la patente di guida. Nell’altro caso gli agenti hanno fermato un ‘auto con a bordo un gruppo di giovani che fin da subito apparivano molto “allegri”. E infatti , sottoposto al controllo anche il conducente 22enne, della provincia di Ancona, è stato trovato con un tasso di circa 1,00 g\l per cui gli agenti hanno proceduto alla denuncia all’ autorità giudiziaria per guida in stato d’ebbrezza e al ritiro della patente di guida. Nel corso del servizio sono elevate diverse contestazioni tra cui alcune per veicolo senza copertura assicurativa e d altri privi di revisione periodica.






Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2019 alle 18:03 sul giornale del 22 luglio 2019 - 2329 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo





logoEV
logoEV