FdI: "Ennesimo incidente al Ciarnin, quartiere dimenticato dall'Amministrazione"

3' di lettura Senigallia 18/07/2019 - Ennesimo incidente stradale al Ciarnin. Questa volta accaduto sul lungomare e fortunatamente senza gravi conseguenze. Questo è l'ultimo evento capitato in una zona di Senigallia, il Ciarnin, completamente dimenticata dalla Amministrazione Mangialardi, nel quale esistono seri e preoccupanti problemi di viabilità.

Innanzitutto è un tratto di nazionale, nel quale, specialmente all'altezza della chiesa del Ciarnin, gli automobilisti sono portati a spingere sull'acceleratore, essendo un bel rettilineo, con la carreggiata abbastanza larga. Questo è stato causa di molteplici incidenti, con conseguenze a volte mortali. Ora, noi di Fratelli d'Italia, ci domandiamo: invece di pensare a pavoneggiarsi su progetti che in larga parte non vedranno un futuro, come avvenuto negli ultimi dieci anni, o di fare delle rotatorie completamente inutili, non sarebbe il caso di pensare di fare una rotatoria (veramente utile) al Ciarnin, con il quale si limiterebbero le velocità, dando una maggiore sicurezza agli automobilisti che si immettono sulla nazionale? Inoltre dovete sapere che, all'altezza del sottopassaggio grande che porta al lungomare, esiste un semaforo a chiamata per garantire ai pedoni l'attraversamento in sicurezza della nazionale, sulle strisce pedonali. Pensate che ciò sia veramente sicuro per i pedoni?

Assolutamente no !! Questo perché, chi ha avuto la geniale idea di farlo installare (il semaforo a chiamata), ha pensato bene di metterlo attaccato all'uscita del sottopassaggio, direzione nord. A questo punto cosa accade? Che gli automobilisti che provengono dal sottopassaggio, con direzione nord, arrivano al semaforo e, trovandolo quasi sempre lampeggiante, hanno l'istinto di guardare verso sud, per vedere se la carreggiata è libera e nel caso immettersi sulla nazionale, senza accorgersi dell'eventuale semaforo rosso. Questo cosa comporta? Comporta che, nella maggior parte dei casi, il pedone, scattando il verde, si accinge ad attraversare, pensando di farlo tranquillamente in sicurezza, non sapendo di rischiare la propria vita per il mancato rispetto del semaforo rosso da parte degli automobilisti. Tutto ciò potrebbe essere risolto, spostando il semaforo a chiamata più a nord e non a ridosso del sottopassaggio, ma questo è troppo semplice come soluzione per sperare che l'Amministrazione Mangialardi la prenda in considerazione. La terza criticità notata al Ciarnin, del quale vi portiamo a conoscenza, è che esiste un campeggio e i clienti, per poter andare al mare, devono obbligatoriamente attraversare la nazionale.

La cosa assurda è che, all'altezza di questo campeggio, non esistono strisce pedonali. Quindi i turisti (molte volte con bambini piccoli al seguito), se vogliono andare al mare, lo possono fare a loro rischio e pericolo. Queste sono solo alcune problematiche, serie, che esistono nel quartiere del Ciarnin. Fratelli d'Italia comunica ai residenti del Ciarnin, che dal mese di settembre organizzerà degli incontri pubblici, per comprendere quali altre problematiche vengono riscontrate e come risolverle !!

Davide Da Ros
Consigliere Comunale e Coordinatore FdI





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2019 alle 14:42 sul giornale del 19 luglio 2019 - 1914 letture

In questo articolo si parla di politica, fratelli d'italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9L5