Pergolesi: "'Gli Argonauti' di 'Senigallia Sotterranea' reso moderno e vivibile"

1' di lettura Senigallia 15/07/2019 - Ad aprire la stagione di “Senigallia sotterranea” è stato chiamato il coro diretto da Roberta Silvestrini che ha presentato “Gli Argonauti” di Apollonio Rodio, testo rintracciato e adattato dal prof. Nardini.

Si narra del viaggio degli Argonauti guidati dal principe Giasone nel mar Nero per riconquistare il Vello d’oro al fine di riavere il suo regno.

Grazie all’intervento di Medea con le sue arti magiche la riconquista avviene.

Musicato con interventi dei singoli strumenti: corno Luca Del Priori; flauto Elena Solai; arpa Irene Piazzai; percussioni (notevole!) Giacomo Sebastianelli, con il coro sempre pronto ad intervenire, si rende la lettura meno pesante e più piacevole.

Voci Mauro Pierfederici, Anna Annibali, Alessio Messersì: perfette con amplificazione appropriata e acustica invidiabile.

Danzatrice (figura evanescente): Siria Maiolatesi.

Si tratta di un testo difficile e complicato, sconosciuto ai più ma reso vivibile grazie alla musica e alla bravura dei lettori.

Meritevole di elogio il prof. Nardini che lo ha riscoperto e adattato, altrettanto Roberta Silvestrini che ha reso moderno e attuale un testo sicuramente datato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-07-2019 alle 17:44 sul giornale del 16 luglio 2019 - 321 letture

In questo articolo si parla di senigallia, spettacoli, Domenico Pergolesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9E8





logoEV
logoEV